Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Manuali

Elementi di elettronica dello stato solido

di Andrea Nannini

editore: Pisa University Press

pagine: 256

Negli ultimi 40 anni i progressi nelle tecnologie microelettroniche hanno consentito di raddoppiare il numero di componenti attivi in un circuito integrato ogni due anni scalando, sempre ogni due anni, la dimensione caratteristica dei dispositivi di un fattore dell’ordine di 0.7. Grazie a questo il costo delle funzioni elettroniche (bit nel campo delle memorie, MIPS nei microcalcolatori) è diminuito in modo esponenziale e contemporaneamente si è avuta una crescita del mercato globale dell’elettronica che dal 2000 ha superato il mercato della chimica. Gli alti guadagni hanno consentito alle industrie di semiconduttori di investire molti utili in ricerca tecnologica per spingere ulteriormente la miniaturizzazione. Il loop a reazione positiva ha funzionato perfettamente e molti degli indicatori usualmente impiegati per descrivere la performance del settore seguono la legge di crescita esponenziale prevista nel 1965 da Gordon Moore, uno dei fondatori di INTEL. Il segmento di mercato, prevalentemente digitale, che segue meglio la legge di Moore viene indicato nelle roadmaps dei semiconduttori con l’acronimo MM (more Moore). A fianco di MM si sta sviluppando il segmento di mercato detto MtM (more than Moore) ove il focus della ricerca è principalmente orientato verso l’introduzione nell’integrato di sezioni speciali, non necessariamente miniaturizzate al livello MM, che conferiscano al microsistema funzioni che vanno oltre il calcolo (ad esempio nel sensing, nel biosensing, nell’attuazione, nella fotonica). Il progettista e il ricercatore elettronico sia che lavori in MM che in MtM, per motivi diversi, sempre meno si può accontentare della fi sica classica: in MM poiché le dimensioni dei dispositivi sono ormai nanometriche e in questo campo non si possono trattare gli oggetti come palle da biliardo; in MtM perché le funzioni aggiunte al calcolo sono spesso piegabili, al di là di una mera descrizione fenomenologica, solo con concetti di fi sica moderna. E comunque “There’s plenty_of_room_at the_bottom” come affermò in uno scritto visionario del 1960 Richard P. Feynman. Incamminiamoci dunque verso il piccolo.
18,00

Fondamenti di termofluidodimanica e macchine

di Panayotis Psaroudakis

editore: Pisa University Press

pagine: 312

La Termofluidodinamica, come indica la stessa sua denominazione, proviene da tre materie, a prima vista scollegate tra loro. Il presente testo espone i fondamenti di questa termofluidodinamica e delle macchine, fornendo le necessarie nozioni di base per poter affrontare ed applicare moltissime delle tecniche che costituiscono le chiavi di comprensione e di studio delle macchine a fluido più comuni e non, che si incontrano nella vita comune ed industriale. La semplicità e l’originalità di esposizione dei vari argomenti ed il collegamento di questi argomenti molto diversi tra loro, costituisce una chiave di lettura e di comprensione anche da parte di coloro che sono carenti di nozioni del settore specialistico. L’opera, suddivisa nelle seguenti nove parti: le nozioni preliminari; la termodinamica; le macchine termiche; gli scambiatori di calore; la fluidodinamica; l’energia dal vento e da mare; i fluidi comprimibili; le turbomacchine; i combustori, si presenta, pertanto, completa per affrontare le varie problematiche di funzionamento, di progettazione preliminare e di regolazione del maggior numero delle suddette macchine a fluido.  
18,00

Microsistemi

di Andrea Nannini

editore: Pisa University Press

pagine: 288

I microsistemi sono da alcuni anni una consolidata realtà industriale; ciascuno di noi ne ha usufruito quando da bambino giocava con la sua console preferita, ne usufruisce da adulto mentre sta guidando la sua auto e probabilmente ne farà uso da anziano quando un microsistema vigilerà sulla sua salute. Progettare questi oggetti è però un po’ complicato: bisogna metterci dell’elettronica, un bel po’ di fisica classica e una robusta dose di meccanica del continuo. Già, la meccanica del continuo che con la scellerata riforma fu gettata definitivamente dalla finestra per i corsi di Ingegneria dell’Informazione; eccola che ritorna dalla porta principale anche se con un taglio un po’ più adatto alla mentalità di colui che deve progettare microtravi e micromolle e non ponti sullo stretto. In questo testo, che è pensato per un corso universitario di secondo livello, e che nella sua forma manoscritta viene usato a Pisa nel corso di Progettazione di Sensori e Microsistemi da una decina di anni, (coprendone una buona parte del programma), c’è quanto sopra. Lo sforzo è stato quello di evitare di fare un minestrone con tante buone verdure poco amalgamate tra di loro. Fuor di metafora si è cercato di dare alla materia quella unitarietà, quel filo logico conduttore che è forse l’unica cosa che si deve ricordare di un corso universitario quando si sono dimenticati i conti. La trama di questi fili è la Cultura. Trovarli è il compito della comunità degli studenti e dei docenti ovvero dell’Università.
16,00

Fisica dei dispositivi elettronici

NUOVA EDIZIONE

di Giovanni Pennelli

editore: Pisa University Press

pagine: 296

Il volume mira a fornire le basi e i successivi livelli di approfondimento per la comprensione del funzionamento dei dispositivi elettronici, componenti fondamentali della moderna elettronica integrata. Partendo dalle basi fisiche, sono descritti i modelli semplificati monodimensionali che consentono una trattazione analitica dalla quale si ottengono le formule che esprimono i principali parametri elettrici (correnti e tensioni) dei dispositivi, trattazione essenziale per lo studio e la ricerca sui dispositivi elettronici avanzati. La lettura del testo presuppone la dimestichezza con i principi fondamentali dell’elettricità e del magnetismo. Partendo da alcuni elementi di fisica dello stato solido, il cui trattamento completo è rimandato ai testi specialistici, vengono descritte le relazioni che sono alla base del trasporto della corrente nei solidi. È inoltre preso in esame il comportamento delle giunzioni pn, dei transitori bipolari e dei transistori ad effetto di campo, fino ad arrivare ai principali fenomeni che entrano in gioco nei dispositivi nanometrici, punto-chiave del moderno sviluppo dell'elettronica. La trattazione analitica è completata da una discussione sulle approssimazioni, elemento imprescindibile nei modelli monodimensionali. In questa II edizione, alcuni grafici ed alcune figure sono state ridisegnate per aumentarne la chiarezza, e molti refusi sono stati corretti. Sono state inoltre aggiunte alcune pagine di approfondimento, mantenendo inalterati i contenuti fondamentali del testo.  
18,00

Elementi di Missilistica

editore: Pisa University Press

pagine: 110

Il frontespizio rappresenta le seguenti immagini: • La visualizzazione delle linee di corrente del flusso intorno ad un profilo NACA 0010, in condizioni di stallo; • Un propulsore a propellente solido; • Una camera di combustione per turbogas; • Un turboreattore; • Uno scramjet; • Un Gyro-accelerometro integratore; • Un missile in fase di lancio dal bordo di una nave. Le suddette prime sei immagini si riferiscono ai principali argomenti sviluppati nel presente testo. L’ultima immagine si riferisce, invece, al prodotto finale, cioè il missile. Questo testo è stato scritto prevalentemente per il Corso specialistico di Ufficiali dello Stato Maggiore della Marina Militare Italiana, tenuto presso l’Accademia Navale di Livorno. Tuttavia, nel presente volume si trovano molte informazioni scientifiche di base, riguardanti gli aspetti progettuali e funzionali di missili e di interesse sia di lettori privi di ogni nozione specifica, sia di studiosi e specialisti di varie discipline ingegneristiche.
16,00

Analisi e modelli di segnali biomedici

editore: Pisa University Press

pagine: 302

Questo libro è il risultato dell’esperienza didattica maturata nei corsi di ‘Analisi e modelli di segnali biomedici’ e di ‘Metodi per l’analisi di segnali multidimensionali’ tenuti rispettivamente al 1° e al 2° anno della Laurea Magistrale in Ingegneria Biomedica a Pisa. Il libro ha come principale obiettivo quello di fornire agli studenti gli strumenti teorici e metodologici necessari per affrontare un’ ampia gamma di problematiche di analisi di dati, di segnali e di immagini biomediche. Il numero elevato di esercitazioni permette allo studente di trasferire nel contesto reale la quasi totalità degli argomenti teorici trattati, fornendo un’ampia panoramica di soluzioni a problemi tipici dell’ingegneria biomedica. Le esercitazioni comprendono sia metodi di simulazione numerica, sia algoritmi di analisi applicati alle misure biomediche. Un pregio del libro è aver raccolto in un unico volume tematiche che classicamente appartengono a ambiti culturali diversi e spesso distribuite su più volumi. Gli argomenti trattati nel libro sono stati scelti per la loro attualità e per le importanti ricadute che rivestono nel campo biomedico. Essi sono anche il risultato dell’esperienza che gli autori hanno acquisito grazie alla convenzione tra l’Università di Pisa e la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio, azienda di ricerca sanitaria, e mediante contatti e collaborazioni con le maggiori industrie nazionali e internazionali di imaging biomedico. Il libro è sviluppato in otto capitoli. Partendo dalla definizione e sintesi dei processi stocastici, vengono trattati i principali metodi di stima di parametri derivati dall’analisi statistica del I e del II ordine, con esempi su serie temporali e immagini biomediche. Uno spazio significativo è dedicato all’analisi multiscala, con particolare riferimento all’analisi wavelet e ai metodi di denoising lineari e non. Segue un capitolo che tratta la deconvoluzione con e senza regolarizzazione, applicata alla soluzione di problemi inversi mal posti, con esempi nel settore dell’elaborazione di segnali e immagini. Un breve spazio è dedicato al filtraggio adattivo per la cancellazione di artefatti da segnali biomedici. Una parte importante è rivolta all’analisi statistica multivariata, comprendente l’analisi delle componenti principali e delle componenti indipendenti e la regressione lineare singola e multipla. Conclude il libro una raccolta di algoritmi supervisionati, parametrici e non, utilizzati per scopi di classificazione.
20,00

FISICA DEI DISPOSITIVI ELETTRONICI

di Giovanni Pennelli

editore: Pisa University Press

pagine: 264

Il volume mira a fornire le basi e i successivi livelli di approfondimento per la comprensione del funzionamento dei dispositivi elettronici, componenti fondamentali della moderna elettronica integrata. Partendo dalle basi fisiche, sono descritti i modelli semplificati monodimensionali che consentono una trattazione analitica dalla quale si ottengono le formule che esprimono i principali parametri elettrici (correnti e tensioni) dei dispositivi, trattazione essenziale per lo studio e la ricerca sui dispositivi  elettronici avanzati. La lettura del testo presuppone la dimestichezza con i principi fondamentali dell’elettricità e del magnetismo. Partendo da alcuni elementi di fisica dello stato solido, il cui  trattamento completo è rimandato ai testi specialistici, vengono descritte le relazioni che sono alla base del trasporto della corrente nei solidi. È inoltre preso in esame il comportamento delle giunzioni pn, dei transitori bipolari e dei transistori ad effetto di campo, fino ad arrivare ai principali fenomeni che entrano in gioco nei dispositivi nanometrici, punto-chiave del moderno sviluppo dell’elettronica. La trattazione analitica è completata da una discussione sulle approssimazioni, elemento imprescindibile nei modelli monodimensionali.  
16,00

Lezioni di elaborazione numerica dei segnali

Nuova edizione

di Marco Diani

editore: Pisa University Press

pagine: 406

Questo libro presenta un’introduzione all’elaborazione di segnali numerici (Digital...
19,00

Elettrotecnica: 84 esercizi

Soluzione guidata e commentata

di Sami Barmada

editore: Pisa University Press

pagine: 272

Il volume costituisce un supporto didattico allo studio dell’Elettrotecnica attraverso la soluzione guidata di un elevato numero di esercizi. L’elettrotecnica è una disciplina di base insegnata nella maggioranza dei corsi di Laurea in Ingegneria ed introduce spesso concetti nuovi per gli studenti. Esistono molti libri di testo estremamente validi, alcuni di essi corredati da un elevato numero di esercizi su cui gli studenti possono esercitarsi. In molti di questi casi, però, la soluzione degli esercizi è riportata solo attraverso il valore numerico della grandezza richiesta e gli esercizi stessi sono di difficoltà mediamente bassa. In questo testo proponiamo invece esercizi di media difficoltà e risolti indicando le motivazioni delle scelte effettuate  per la risoluzione stessa; in questo modo lo studente può riflettere sui concetti appresi e risolvere il problema con un approccio distinto confrontando successivamente i risultati numerici ottenuti. In tal modo lo studente acquisisce esperienza con le diverse tecniche risolutive rinforzando i concetti appresi dallo studio della materia.
14,00

Fenomeni di trasporto

per i corsi del nuovo ordinamento degli studi universitari

di Roberto Mauri

editore: Pisa University Press

pagine: 382

Questo libro di testo trae origine dalla necessità di fornire agli...
18,00

Meccanica del volo

di Carlo Casarosa

editore: Pisa University Press

pagine: 608

Il volume contiene un'esposizione dei principali argomenti la cui conoscenza è ritenuta...
30,00

Fondamenti di meccanica del volo spaziale

di Giovanni Mengali, Alesandro A. Quarta

editore: Pisa University Press

pagine: 788

La Meccanica del Volo Spaziale è la...
33,00

Eserciziario di Elettrotecnica

di Francesco Bertoncini

editore: Pisa University Press

pagine: 192

Il testo raccoglie più di novanta...
16,00

Architettura degli Elaboratori

di Marco Vanneschi

editore: Pisa University Press

pagine: 600

Questo libro ha l’obiettivo di...
32,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.