Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

L'Italia della conoscenza

L'Italia della conoscenza
titolo L'Italia della conoscenza
sottotitolo Ritardi, retoriche e opportunità
autore
argomento Scienze politiche e sociali Saggi e studi
editore Pisa University Press
formato Libro
pagine 136
pubblicazione 2015
ISBN 9788867415533
Scrivi un commento per questo prodotto
 

Abstract

Una delle espressioni che ormai da lungo tempo circola speditamente fra politici, intellettuali e studiosi di vari orientamenti disciplinari è sicuramente quella di società della conoscenza. Dal concetto di educazione permanente lanciato dall’UNESCO negli anni settanta fino alla recente Strategia “Europa 2020” si è diffusa e stabilizzata un’idea di progresso che trova la sua ragion d’essere proprio nella “conoscenza”, come fattor...
15,00
 
Spedito in 1 giorno lavorativo

Disponibile anche nel formato

Pdf

L'Italia della conoscenza

  • formato:
  • Ebook
10,99

Una delle espressioni che ormai da lungo tempo circola speditamente fra politici, intellettuali e studiosi di vari orientamenti disciplinari è sicuramente quella di società della conoscenza. Dal concetto di educazione permanente lanciato dall’UNESCO negli anni settanta fino alla recente Strategia “Europa 2020” si è diffusa e stabilizzata un’idea di progresso che trova la sua ragion d’essere proprio nella “conoscenza”, come fattore in grado di garantire benessere diffuso, assicurare lo sviluppo dell’individuo, della società e dell’economia. Dal punto di vista dell’analisi del mutamento sociale alcuni studiosi presentano un cambio di paradigma, una transizione dal materiale all’immateriale, dall’hardware al software, dai mercati alle reti. In base a queste trasformazioni l’esigenza di una Knowledge Society appare del tutto manifesta e segna un passaggio epocale rispetto al tempo passato. Che i percorsi avviati a livello nazionale diano anche delle risposte convincenti, anzi generalmente persuasive, in termini di inclusione sociale, dilatazione della base culturale, soddisfazione nel lavoro e nelle professioni è un argomento del tutto diverso e non privo di controverse evenienze. Il testo propone un’analisi dello stato di avanzamento del percorso italiano verso la società della conoscenza e avvia una riflessione sull’effettiva volontà istituzionale di sostenere il processo.

 

Biografia dell'autore

Gerardo Pastore

Gerardo Pastore è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa. I suoi interessi scientifici si inseriscono nell’ambito dell’analisi del mutamento sociale e della lettura critica dei processi di costruzione della Knowledge Society, con particolare attenzione alle dinamiche di formazione e inclusione sociale. Tra i suoi volumi e saggi si segnalano: Verso la società della conoscenza (Le Lettere, 2009); Antonio Gramsci. Questione sociale e questione sociologica (Belforte, 2011); Formazione e processi di inclusione sociale: il caso dei Poli universitari penitenziari, in Toscano M.A., Cirillo A. (a cura di), Xenia. Nuove sfide per l’integrazione sociale (FrancoAngeli, 2015).

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.