Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Rangerio

Rangerio
titolo Rangerio
sottotitolo Il Poema di Anselmo, Vescovo di Lucca
autore
argomento Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche Fonti tradotte per la Storia dell'Alto Medioevo
editore Pisa University Press
formato Libro
pagine 192
pubblicazione 2015
ISBN 9788867411955
 

Abstract

Poco prima dell’anno 1100, il vescovo di Lucca Rangerio dedicò al...
15,00
 
Spedito in 1 giorno lavorativo

Disponibile anche nel formato

Poco prima dell’anno 1100, il vescovo di Lucca Rangerio dedicò al suo predecessore Anselmo II da Baggio (1073-1086) un ampio poema biografico, con l’intento di esaltarne la santità personale e la incrollabile fedeltà agli ideali di riforma propugnati da Gregorio VII. Nipote omonimo del vescovo Anselmo I, che nel 1061 era diventato papa con il nome di Alessandro II, Anselmo II cercò di imporre al clero lucchese una condotta di vita ispirata al rigore monastico, e nel 1080 dovette abbandonare la città. Quando Enrico IV arrivò in Toscana e fu accolto trionfalmente a Lucca (1081), Anselmo II raggiunse Matilde di Canossa e ne divenne uno dei più fidati consiglieri, fino alla morte, avvenuta a Mantova nel 1086. L’opera di Rangerio non è solo agiografica: attraverso la forma ed il linguaggio della poesia epica classica, la vita del protagonista è collocata nel quadro dei grandi avvenimenti politico-ecclesiastici dell’età gregoriana e, in pari modo, nel concreto ambiente lucchese. Al punto che Rangerio ci dà una descrizione insostituibile delle vicende interne della città nel quindicennio del predominio dell’ “antivescovo” imperiale Pietro: gli anni tumultuosi del primo manifestarsi dell’azione politica collettiva dei cittadini. La miglior dimostrazione della “santità” di Anselmo II fu appunto il fatto che, dopo la sua morte, i valori da lui impersonati fossero accolti da tutta la cittadinanza, inducendola ad abbandonare Pietro e ad accogliere in città il papa “gregoriano” Urbano II.

Introduzione, traduzione e note di Roberta Amari

Presentazione di Mauro Ronzani

 

Biografia dell'autore

Roberta Amari

Roberta Amari ha conseguito il dottorato di ricerca in “Storia dell’Europa medievale” presso l’Università di Pisa. Vive a Lucca, dove è docente di ruolo nella scuola secondaria.

  

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Rassegna stampa per Rangerio

Sulla Rivista "Studi Medievali", Serie Terza, Anno LVII - Fasc. I - 2 0 1 6 A Pag. 348 recensione al volume “Rangerio. Il Poema di Anselmo, Vescovo di Lucca” Pisa University Press, 2015

Eventi collegati a Rangerio

Lucca Saloni monumentali, il 01.10.2015 alle ore 17.00, Via S. Maria Corteorlandini 12, lucca

Correlati

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.