Architettura militare e poliorcetica nell’Italia antica

novità
Architettura militare e poliorcetica nell’Italia antica

Abstract

Le cinte fortificate di Fiesole, Volterra, Populonia, Vetulonia e Roselle sono qui studiate nel complesso evolversi della poliorcetica e dell’architettura militare nell’Italia centro-peninsulare tra la fine del IV e i primi decenni del I sec. a.C., quando le popolazioni italiche progressivamente conobbero un “nuovo” modo di fare guerra, prevalentemente rivolto contro le città.La ricerca, basata su accurate ricognizioni, letture degli alz...
40,00
 
Spedito in 2 giorni lavorativi
Le cinte fortificate di Fiesole, Volterra, Populonia, Vetulonia e Roselle sono qui studiate nel complesso evolversi della poliorcetica e dell’architettura militare nell’Italia centro-peninsulare tra la fine del IV e i primi decenni del I sec. a.C., quando le popolazioni italiche progressivamente conobbero un “nuovo” modo di fare guerra, prevalentemente rivolto contro le città.

La ricerca, basata su accurate ricognizioni, letture degli alzati, studio della documentazione storica, archeologica ed archivistica, apre nuove prospettive di studio e di riflessione.
Si inserisce nel quadro di indagini urbane e territoriali coordinate da Marinella Pasquinucci, già ordinario di Topografia antica, Università di Pisa.
 

Biografia dell'autore

Valérie Benvenuti

Valérie Benvenuti ha conseguito la Laurea in Conservazione dei Beni Culturali e il Dottorato in Storia Antica presso l’Università degli Studi di Pisa.

Ha lavorato per alcuni anni presso l’Università di Siena. Attualmente si occupa di attività per il sostegno agli studenti con disabilità.