Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Collezione accademica

Fuori da scuola

1938 - Studenti e docenti ebrei espulsi dalle aule pisane

editore: Pisa University Press

pagine: 88

A ottant’anni dalla sigla dei decreti fascisti del settembre 1938 che cacciarono dalle università e scuole italiane studenti e docenti ebrei italiani e stranieri, viene qui offerto un bell’esempio di metodologia della didattica della storia, di divulgazione e di educazione morale, prova concreta dell’alta qualità dei docenti italiani. Nel volume confluiscono infatti due testi editi in precedenza, ora rivisti, aggiornati, integrati da nuovi documenti e nuove riflessioni critiche. Il primo è la trasformazione di un quaderno del Centro per la Didattica della Storia, Mio padre ci disse che non saremmo più tornate al Galilei, che Stefano Sodi aveva curato con i propri allievi nel 2008. Rivisto e integrato da nuove informazioni, narra la storia dell’espulsione dal Liceo Ginnasio pisano del professor Lamberto Borghi, che sarebbe poi divenuto uno dei più insigni pedagogisti italiani del dopoguerra, e di numerosi allievi, la maggior parte dei quali eredi delle famiglie della borghesia ebraica della città. Il secondo è il catalogo della mostra Shoah e cultura della pace, presentata dall’Ateneo di Pisa nel gennaio 2002, curato dagli storici Tommaso Fanfani e Michele Luzzati, dalla giovane studiosa Francesca Pelini, dalle archiviste Giovanna Tanti e Rosa Lucia Romano. Esso viene ora sviluppato da Alessandra Peretti in una più ampia riflessione sulle vicende dei circa 290 studenti ebrei stranieri e dell’imprecisato numero degli italiani espulsi, e integrato dai documenti ufficiali dei Ministeri e del Rettorato e dalle lettere e fotografie dei perseguitati stessi. Due testi preziosi, non solo per interpretare il passato. I persecutori, talvolta, ritornano.    
10,00

Diario di un'infamia

Le leggi, le vite violate, il ricordo

editore: Pisa University Press

pagine: 208

Il libro, curato da Bruno Manfellotto e Fabio Demi, raccoglie, con molte fonti documentarie (alcune inedite) e immagini d’epoca, l’excursus delle Leggi razziali italiane, emanate nel 1938 da re Vittorio Emanuele III che le firmò nella reale tenuta di San Rossore a Pisa. Dopo la descrizione del contesto storico e della genesi della legislazione razzista italiana, se ne raccontano le conseguenze attraverso le storie di “vite violate”. Quella di Guido Cava che, bambino, fu escluso da scuola in quanto ebreo Quella di Maria Furst Castro, ebrea polacca, che visse l’orrore di Auschwitz. Quella di Giuseppe Pardo Roques che fu ucciso nella sua abitazione assieme ad altre dodici persone. Quelle di tutti gli studenti e docenti che furono espulsi dall’ università per la loro condizione di ebrei. Il testo è arricchito da schede che raccontano altre personalità: Carlo Cammeo, maestro socialista ucciso nel 1921 dall’insorgente squadrismo fascista; Elio Toaff che diventerà rabbino capo delle comunità ebraiche italiane; Silvano Arieti, che attribuisce al suo incontro con Roques il motivo dei suoi studi che lo portarono a divenire uno dei massimi psichiatri del mondo. A questo si aggiunge un testo che racconta il “bagitto” la lingua segreta degli ebrei italiani. Il libro si conclude con la cronaca delle iniziative, “San Rossore 1938”, che l’università di Pisa, in coincidenza con l’80° dalla firma delle leggi razziste italiane, ha voluto dedicare a questo anniversario culminate con “La cerimonia del ricordo e delle scuse” che, il 20 settembre scorso, ha visto riuniti tutti i rettori delle università italiane per offrire un riconoscimento morale ai rappresentanti di tutte le comunità ebraiche lì presenti. Un fatto storico in senso proprio.   L’evento - come tutti gli altri racconti, del resto – ha come cornice Pisa, là dove tutto iniziò.     
26,00

Mercanti Toscani e Bruges nel tardo medioevo

di Laura Galoppini

editore: Pisa University Press

pagine: 484

Nel tardo Medioevo Bruges fu il luogo privilegiato d’incontro per...
22,00

Volterra 1997-2012

15 anni di attività del Laboratorio Universitario Volterrano- Catalogo della mostra

editore: Pisa University Press

pagine: 180

IL LABORATORIO UNIVERSITARIO VOLTERRANO ...
25,00

"Ma la ragione non dette risposta"

Piavola 1944. La strage, la memoria, la comunità

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 264

Domenica 23 luglio 1944, verso le undici, gruppi di soldati tedeschi invasero i boschi in località Piavola, sopra il borgo di
16,00

Portraits of Men and Ideas

Images of Science in Italy from the Renaissance to the Nineteenth Century

di Alessandro Tosi

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 184

14,00

L'Università di Pisa

Autori vari

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 96

L'Università di Pisa, la città e il territorio in un ritratto inedito e attuale
10,00

L'Università di Pisa

(Ediz. inglese)

Autori vari

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 96

L'Università di Pisa, la città e il territorio in un ritratto inedito e attuale
10,00

Storia e attualità della presenza degli Stati Uniti a Livorno e in Toscana

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 336

Atti di un convegno svoltosi a Livorno nell'aprile 2002, il volume raccoglie contributi originali sui rapporti diplomatici, c
22,00

The Black Bands of Giovanni

di Maurizio Arfaioli

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 224

...
18,00

Piazza Gambacorti

Archeologia e urbanistica a Pisa (Scavi e ricerche 2004)

di Marco Milanese

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 64

La pubblicazione presenta in modo sintetico i principali risultati della campagna di scavo realizzata in piazza Chiara Gambaco
8,00

Rifondare lo studio

Un elogio di Lorenzo il Magnifico. Un abbozzo dello statuto dei giuristi

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 176

Il volume raccoglie due rilevanti documenti relativi a un momento di grande significato nella storia dell'Ateneo pisano, la ri
25,00

La casa Ricciarelli a Volterra

Storia inedita di una dimora nobiliare

di Denise Uliveri

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 87

Nella seconda metà del XVIII secolo il palazzo è già divenuto l'immagine di forza della famiglia Ricciarelli, la materializzaz
12,00

Piazza del Castelletto

Ricordi di un editore

di Luciano Lischi

editore: Plus - Università di Pisa

pagine: 150

Questo libro ripercorre l'ultimo secolo di storia dell'antica casa editrice pisana Nistri-Lischi attraverso i ricordi dell'edi
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.