Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Scienze dell’antichità, filologico letterarie e storico artistiche

Egitto e vicino oriente - XLIV. 2021 - CONDIZIONI DI ABBONAMENTO RISERVATE A LIBRERIE E AGENZIE (ITALIA)

ATTENZIONE: si precisa che l'emissione dell'ordine farà riferimento all'abbonamento relativo all'anno in corso. Eventuali richieste relative alle annate precedenti dovranno essere specificate

Autori vari

editore: Pisa University Press

Rivista della sezione di Egittologia e Scienze Storiche del Vicino Oriente, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell' Università degli studi di Pisa Direttore responsabile/editor in Chief: Marilina BetròComitato Editoriale / Editorial Board: Marilina Betrò, Pier Giorgio Borbone, Gianluca Miniaci (Vice-direttore/Deputy Editor-in-Chief)Comitato Scientifico / Board of Advisors: James P. Allen, Daniela Amaldi, Alessandra Avanzini, Chiara Barbati, Marilina Betrò, Dominik Bonatz, Pier Giorgio Borbone, Richard Bussmann, Maria Piera Candotti, Carlo G. Cereti, Anacleto D'Agostino, Giuseppe Del Monte, Didier Devauchelle, Jesper Eidem, Irene Forstner-Müller, Marc Gabolde, Christian Greco, Fayza Haikal, Daniele Mascitelli, Giovanni Mazzini, Stefania Mazzoni, Angiolo Menchetti, Gianluca Miniaci, Alessandro Orengo, Sara Pizzimenti, Tiziana Pontillo, Stephen Quirke, Claudio Saporetti, Jérémie Schiettecatte, Glenn M. Schwartz, Flora Silvano, Anna Sirinian, Andreas Stauder, Anna Stevens, Gaëlle Tallet, Juan Pablo Vita Barra, Wilfred G. E. Watson, Willeke Z. Wendrich, Paolo Xella, Christiane Zivie-CocheRedazione / Editorial Assistans: Mattia Mancini, Camilla Saler Egitto e Vicino Oriente (EVO) è una rivista annuale edita dall'Università di Pisa, fondata da Edda Bresciani nel 1978 e diretta da Marilina Betrò. La rivista accetta lavori di alto profilo scientifico riguardanti l'antico Egitto, il Vicino Oriente e le aree limitrofe con cui sono entrati in contatto. Gli argomenti vanno dall'archeologia alla cultura materiale, filologia e linguistica, letteratura, religione, storia e storia sociale (https://egittologia.cfs.unipi.it/it/evo-egitto-e-vicino-oriente/).  La rivista,classificata  in Fascia A, è pubblicata dalla Pisa University Press e accessibile online su JSTOR. Gli articoli sono sottoposti al giudizio di due revisori esterni nel sistema 'a doppio-cieco' (double blind peer review) e vanno inviati per l'eventuale pubblicazione a  evo@humnet.unipi.it
22,00

Espressioni e poetiche dell'identità

editore: Pisa University Press

Il volume raccoglie i contributi al seminario Espressioni e poetiche dell’identità, documentando la ricchezza delle prospettive che hanno caratterizzato il dibattito: la prospettiva archeologica e il problema del rapporto tra cultura materiale e identità di un popolo; la prospettiva filologica, che declina la questione dell’identità in relazione all’autore ovvero alla configurazione del testo originario; la prospettiva letteraria, la cui attenzione è volta alle diverse scritture dell’io, all’identità familiare, all’esplorazione di identità liminali, come pure al rapporto tra individuo e collettività; la prospettiva linguistica, che studia il ruolo dei fattori identitari nella individuazione delle varietà e la funzionalità del linguaggio nel definire e rappresentare la propria e altrui identità sociale.
33,00

Munera Musarum-Studi per Lucia Faedo

Special Issue studi classici orientali

editore: Pisa University Press

Il volume si configura come una raccolta di contributi relativi a temi afferenti a diversi settori disciplinari. La pluralità di voci che compone il tomo emerge dalla stessa scansione in cinque sezioni: Materiali, Luoghi, Testi, Culture, Trasformazioni. L’archeologia (egea, greca, etrusca, romana), la letteratura (greca, latina, italiana), la storia, l’epigrafia, l’arte, l’architettura, le collezioni e la memoria dell’antico sono gli ambiti entro cui si inseriscono i testi, che dialogano tra loro anche al di là della specifica sezione di pertinenza e rimandano all’articolata varietà del dibattito interdisciplinare.
50,00

Eventi di moto in italiano tra sintassi e semantica

Uno studio cognitivo empirico

di Monica Mosca

editore: Pisa University Press

Il volume propone una rassegna ed una classificazione delle espressioni di moto in italiano estratte da due corpora di dialoghi. I parametri classificatori si fondano sulla corrispondenza, biunivoca o meno, tra aspetti semantici e realizzazioni sintattiche. Il modello semantico degli eventi di moto assunto fa riferimento all’analisi proposta dalla linguistica cognitiva in termini di Figura, Sfondo, Traiettoria e Maniera, anche se la ricchezza di situazioni presentata nei dialoghi ha richiesto l’aggiunta di alcuni elementi. Sul piano sintattico si è tenuto conto della distinzione operata in letteratura tra lessicalizzazione realizzata nella radice verbale ed espressione distribuita tra il verbo ed un componente “periferico” delle caratteristiche del moto. Il quadro che si ricava dall’analisi dei dati empirici appare meno preciso e netto di quello proposto in letteratura. Le costruzioni di moto sono assai più ricche, articolate e numerose di quanto previsto nei modelli teorici. Nel corso dell’analisi, è stato necessario risolvere alcune difficoltà di natura sia teorica che metodologica relative alle categorie grammaticali e funzionali in gioco, affrontando e proponendo soluzioni e/o semplificazioni per alcuni punti teorici già largamente discussi da vari autori nel vivace dibattito che si è sviluppato recentemente sugli eventi di moto. Le elabobazioni statistiche svolte sui dati raccolti permettono alcune riflessioni sulla tipologia delle espressioni di moto in italiano. L’analisi compiuta contribuisce ad arricchire la prospettiva cognitiva in linguistica, anche grazie all’adozione di un approccio empirico e quantitativo, che consente di riconsiderare criticamente le categorie linguistiche come entità discrete.
16,00

Dall'Egitto a Pisa

Gaetano Rosellini e le sue collezioni

editore: Pisa University Press

pagine: 52

Il saggio, pubblicato in occasione della mostra “Dall’Egitto a Pisa. Gaetano Rosellini e le sue collezioni”, mette in luce la presenza a Pisa di numerose antichità egizie, concentrate nei due poli museali dell’Opera della Primaziale Pisana e delle Collezioni Egittologiche “Edda Bresciani” dell’Università. Le antichità custodite nei due musei furono riportate dall’Egitto da Gaetano Rosellini che aveva partecipato in qualità di ingegnere e architetto alla celebre “Spedizione Letteraria Franco-Toscana in Egitto e in Nubia” (1828-1829), guidata dal nipote Ippolito Rosellini. La prima raccolta venne donata da Gaetano già nel 1830 al Camposanto Monumentale, mentre la seconda collezione fu lasciata in eredità all’Università di Pisa nel 1962 da una nipote di Gaetano Rosellini, la signora Laura Birga Picozzi.
5,00

«JA, JEG TÆLLER MIN TROE HVER TIME»

Studi nordici in memoria di Jorgen Stender Clausen

editore: Pisa University Press

pagine: 318

Il volume si articola in una serie di saggi di scandinavisti italiani e stranieri, dedicati alla lingua, alla letteratura e alla cultura danese. Oltre a figure più note, come H.C. Andersen o P. Høeg, i singoli lavori indagano su aspetti della vita e dell’opera di critici letterari del XIX e XX secolo, quali G. Brandes e H. Rue, sull’immagine dell’Italia e sulla ricezione italiana della letteratura danese, sul rapporto tra letteratura e storia in Danimarca tra Settecento e Novecento e sul ruolo di punta giocato dal pensiero pedagogico locale, erede della ricca tradizione scandinava. Il volume è inoltre integrato da alcuni saggi dedicati alla storia linguistica e alle Færøer.
24,00

Leonardo e il '900

Tra storia e mito

editore: Pisa University Press

pagine: 356

Leonardo da Vinci è stata una delle figure del Rinascimento maggiormente investita di reinvenzioni mitopoietiche. Artisti, letterati, filosofi e storici dell’arte, nel corso dei secoli, si sono rivolti al suo multiforme ingegno e alle sue opere per restituirne immagini sempre nuove, che portano in sé l’impronta di interessi, istanze e problemi loro propri. Il presente volume si avvale del contributo di studiosi afferenti ad ambiti disciplinari diversi per decostruire i processinovecenteschi di formazione del mito di Leonardo, per comprendere le ragioni della straordinaria virtualità simbolica di un personaggio che, a cinquecento anni dalla sua morte, non ha mai smesso di affascinarci.
26,00

L'Italia di Walter Savage Landor

di Roberta Ferrari

editore: Pisa University Press

pagine: 230

Il volume propone lo studio di un’ampia porzione della produzione letteraria di Walter Savage Landor (1775-1864) dedicata all’Italia, che comprende poesie, tragedie, opere narrative, ma soprattutto conversazioni immaginarie, il genere di cui Landor fu indiscusso maestro. Gettando luce sulle particolari dinamiche che s’innescano al crocevia tra culture e tradizioni diverse, l’analisi appunta l’attenzione su tre nuclei principali: il paesaggio italiano e i suoi abitanti; la ripresa dei grandi modelli letterari trecenteschi (Dante, Boccaccio e Petrarca) e le vicende del Risorgimento. Ne deriva il profilo di un autore complesso, spesso incompreso e, anche per questo motivo, decisamente da riscoprire.
18,00

AGOGHE' XIV-XVIII

Atti della scuola di specializzazione in Archeologia

editore: Pisa University Press

pagine: 532

Questo volume contiene nuovi casi di studio concernenti la penisola italica, la Grecia continentale, il Dodecaneso, l’Anatolia, Cipro e l’Egitto, con ricerche originali su svariati ambiti culturali, tra cui la preistoria italiana, le civiltà dell’Egeo, il mondo classico e la tarda antichità.
50,00

Studia graeco-arabica 1-2/2021

Autori vari

editore: Pisa University Press

pagine: 490

Studia graeco-arabica 1/2021 contiene studi critici di argomento storico-filosofico e filologico sulla trasmissione del pensiero filosofico e scientifico in diverse aree linguistiche e culturali, in greco, siriaco, arabo, ebraico e latino, dalla tarda antichità alla prima età moderna.Contributi di: H.H. Biesterfeldt, C. D’Ancona, T. Dorandi, B. Ebeid, G. Lachance, C. Luna, L. Salerno, R. Sorabji,A. Treiger.Studia graeco-arabica 2/2021 è un fascicolo tematico, edito da Yehuda Halper, che contiene una raccolta di studi di argomento storico-filosofico e filologico sulla ricezione della logica aristotelica nel Medioevo arabo ed ebraico. Questi studi compongono uno dei primi tentativi di esame sistematico dei fattori sociali, culturali, religiosi che hanno contribuito a determinare la configurazione e l’importanza assunte dalla logica aristotelica nel pensiero ebraico medievale.Contributi di: J. Brumberg-Chaumont; D. Davies; N. Germann; Y. Halper; S. Harvey; O. Horezky; A. Lamprakis; Y.Tzvi Langermann; Ch.H. Manekin; J. Marenbon; J. Stern; T. Street; P. Thom. Guest Editor: Yehuda Halper, professore associato presso il Department of Jewish Philosophy, Bar-Ilan University (Israele), dove coordina il progetto di ricerca ‘Hebrew Traditions of Aristotelian Dialectics’ finanziato dalla Israel Science Foundation.
37,00

AGOGHE' XII-XIII

Atti della scuola di specializzazione in Archeologia

Autori vari

editore: Pisa University Press

pagine: 176

Il volume raccoglie studi miscellanei di archeologia presentati da docenti e allievi della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Pisa. Gli argomenti trattati spaziano dall’architettura, arte e iconografia greca e romana a temi di antiquaria e di museologia, fino alle attuali normative legate alla professione dell’archeologo.In questo numero:Chiara Tarantino, Plinio, Pausania e un modello di Marsia. Riflessioni da una kylix del Museo Archeologico Nazionale Tarquiniese.Fabio Fabiani, Claudia Rizzitelli, Mode e culture nel gioco dei numeri: un dado di età ellenistica da Pisa.Anna Anguissola, Note al trasporto e alla messa in opera di statue in marmo nel mondo romano: giunti, puntelli e tecnologie per la stabilità.Antonio Monticolo, Analisi e funzione degli apparati decorativi della domus II 9, 1 di Pompei.Denise La Monica, “Carità militare”: scene di soccorso ad un ferito nella glittica ellenistica e romana.Fulvia Donati, Chiara Tarantino, Quale futuro per i musei archeologici? La percezione del “pubblico” e il ruolo dello specialista a confronto.Daria Pasini, I professionisti dei beni culturali nelle nuove disposizioni di legge: l’archeologo.
25,00

Un 'parvenir' sans espoir

Récits singuliers d'ascension sociale au XXème siècle - Irène Némirovsky, Albert Cohen et Joseph Roth

di Dei Valeria

editore: Pisa University Press

pagine: 250

Que perd-on et que gagne-t-on quand on se détache de ses propres origines pour s’intégrer ? Dans quelle mesure le désir d’assimilation coexiste avec l’attachement à ces racines trahies et abandonnées ?Cet ouvrage essaie de répondre à ces questions à travers les romans d’Irène Némirovsky (1903-1942), d’Albert Cohen (1895-1981) et de Joseph Roth (1894-1939) qui décrivent des tentatives d’assimilation juive dans la société bourgeoise européenne. Les thématiques de la marginalité et de l’assimilation juive ont beau être spécifiques, ces oeuvres partagent quelques constantes avec les romans français d’ascension sociale du XIXème siècle et transforment le matériel juif en paradigme universel et humain. Décrivant les apories du procès d’assimilation juive, Némirovsky, Cohen et Roth révèlent les contradictions de l’intégration et les illusions d’égalité sociale sur lesquelles la société bourgeoise moderne se fonde.
21,00

Interruzioni e cesure

Fenomeni e pratiche della discontinuità in linguistica, letteratura e arti performative

editore: Pisa University Press

pagine: 226

Comparare è una necessità e una scommessa, quando non un azzardo, che continua a metterci di fronte a difficoltà inaggirabili. La prima si chiama specialismo: ogni studioso è in questa condizione, cui di fatto le istituzioni accademiche spingono anche quando sembrano favorire gli incontri fra discipline diverse. Il paradosso è dunque che non si può dare comparazione seria se prima non si è data una qualche forma di specialismo. È questo lo spirito che anima i contributi raccolti in questo volume. I saggi qui raccolti, infatti, affrontano il tema dell’interruzione e della cesura da prospettive e con approcci molteplici, in una varietà di studi che complessivamente ricadono negli ambiti della linguistica, della letteratura e della metrica. Sta al lettore individuare le intersezioni possibili, guidato dai propri interessi, come anche riconoscere che, in una certa misura, ci sono metodi o approcci o declinazioni di uno stesso tema non sovrapponibili.
20,00

Dentro la Biennale del nuovo millennio

Sguardi e riflessioni intorno al sistema

di Mauro Pratesi

editore: Pisa University Press

pagine: 108

Le recensioni di Mauro Pratesi intorno alla Biennale, che vengono, ora, ripubblicate, formano un suo unicum per comprendere, da un punto di vista strettamente personale e fuori dalle direttive del gusto “modaiolo”, il primo ventennio del terzo millennio, col vivo convincimento che siano qualcosa di più della solita banale, poche volte, anche, brillante, cronaca alla quale stiamo assistendo da un bel po’ di tempo. Questi scritti evidenziano una analisi dal punto di vista del gusto, del metodo intorno al sistema e alle scelte dei, cosiddetti, curator e opinionisti sempre super informati sull’ambiente artistico. In fondo l’autore ha fatto in tempo ad assistere alla scena “dentro” la Biennale quando scorreva il rituale, non certo nascosto, dei galleristi e mercanti, anche quelli più famosi, che inseguivano al passo gli artisti con i critici del momento, ora, purtroppo, indice dei tempi cambiati, sono gli artisti che “sbavano” e si prostrano petulanti ai piedi, insieme ai loro critici promoter, al mercante di grido di turno.L’incoraggiamento a ripubblicare questi scritti è venuto, all’autore, dalla lettura di quel libretto, Longhi lo avrebbe definito “gobbo”, di Luigi Bartolini, Il fallimento della pittura (Lettere dalla Biennale), (Società Tipolitografica Editrice, Ascoli Piceno 1948), e, poi, non ultima la raccolta dei contributi di Gillo Dorfles, Inviato alla Biennale Venezia 1949-2009 (Scheiwiller, Milano 2010).
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.