Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Scienze economiche e statistiche

Beyond Ratings: the Voice of Travelers

UGC, eWon and Big Data in Tourism & Hospitality Management

di David D'Acunto

editore: Pisa University Press

pagine: 190

I dati generati dai consumatori (user-generated content) costituiscono una preziosissima fonte di informazioni per il management delle imprese, da cui poter estrarre conoscenza strategica ai fini del miglioramento decisionale e con notevoli implicazioni dal punto di vista commerciale e di marketing. Nell’ambito di questi dati, le recensioni online svolgono un ruolo di importanza incrementale nelle decisioni di acquisto dei consumatori. Tale forma di comunicazione peer-to-peer, nota in letteratura come electronic word-ofmouth (eWOM), offre alla società un enorme potenziale per ridurre le asimmetrie informative e, in tal modo, aumentare l’efficienza dei mercati elettronici e tradizionali. In tale contesto, il volume discute come le tecniche di data science consentano di analizzare ampi volumi di tali dati seguendo un approccio big data. Il volume presenta inoltre alcune applicazioni di tecniche di text analytics per l’elaborazione dei contenuti testuali, finalizzata all’estrazione di conoscenza strategica per il management delle imprese turistico-alberghiere.
14,00

Dal Pastorato al Management

la via del 'governo economico' degli uomini

di Luciano Fanti

editore: Pisa University Press

pagine: 550

Questo libro, con l’idea che i saperi debbano essere usati per rendere intelligibile l’attuale e una chiave per farlo sia lo scavo genealogico di ciò che nell’attuale appare sia dominante che ovvio, offre elementi interpretativi della nascita e dello sviluppo del moderno ‘governo economico degli uomini’. Seguendo le feconde idee di Foucault e di altri filosofi, viene tracciato il percorso, spesso tortuoso, sorprendente e impensato, del potere inteso come governo e condotta degli uomini, che dal pastorato cristiano va all’odierno management, con la governance economico-aziendale oggi prevalente nelle istituzioni pubbliche, dall’Unione Europea alle istituzioni locali. Percorso, però, mai scevro dai tentativi di resistenza e di contro-condotta, che generano la politica e la storia, fra immanente auto-organizzazione evolutiva dei mercati e trascendente richiamo delle cose ultime
30,00

Business Plan Smart

una road map per la redazione di un Business Plan nella start-up

di Giovanna Mariani, Loredana Guarino

editore: Pisa University Press

pagine: 162

Il nuovo imprenditore rappresenta un’indubbia risorsa per il sistema economico come portatore di innovazione e per la creazione di nuovi posti di lavoro. La logica degli start-upper di formazione scientifica però è quella di focalizzarsi sulla R&S, trascurando una prevalutazione della fattibilità complessiva della nuova iniziativa. La presente guida si focalizza sulle specificità del Business Plan in fase di start-up, per fertilizzare la “cultura manageriale” anche per lo stimolo alla crescita dell’impresa. Il testo si articola in due parti: Dopo una parte descrittiva, si approfondisce il contenuto del Business Plan, con un esempio reale di progetto. Negli allegati on line vi sono delle appendici di approfondimento, un file excel di supporto per l’elaborazione della fattibilità economica.  
20,00

L'arte del public speaking

Parlare in pubblico con tranquillità ed efficacia

di Carlo Raffaelli

editore: Pisa University Press

pagine: 192

Nel mondo della comunicazione è fondamentale saper esporre le proprie idee e le proprie competenze con chiarezza e autorevolezza. L’arte del Public Speaking, ovvero parlare davanti a un pubblico di varie dimensioni è un’abilità sempre più spesso indispensabile, un’abilità che si può apprendere, con un buon corso e un manuale come questo: pochi e ineludibili riferimenti di teoria della comunicazione e tanta pratica, con varie tecniche ed esercizi originali.Il Public Speaking mentre avviene minuto per minuto, con ampia casistica, una piacevole e utile aneddotica e con strumenti per la gestione del proprio stato mentale. Indispensabile per insegnanti, professori universitari, studenti, neo-laureati, formatori, imprenditori, manager, professionisti, scienziati, giornalisti, utile per tutti.    
16,00

Una inesauribile progettualità

Saggi di Storia del pensiero economico in onore di Massimo M. Augello

editore: Pisa University Press

pagine: 428

Questo volume, offerto da numerosi colleghi e amici a Massimo M. Augello, storico del pensiero economico, professore all’Università di Pisa, della quale è stato rettore dal 2010 al 2016, raccoglie 31 contributi scritti per l’occasione da specialisti della stessa disciplina che hanno collaborato ai tanti progetti di ricerca da Augello coordinati. Ne emerge un panorama vitale della ricerca italiana in storia dell’economia, che si dipana attorno alle linee tematiche e metodologiche da lui additate: il pensiero economico italiano ed europeo affrontato da diverse prospettive (storia istituzionale, storia intellettuale, storia dell’analisi), il rapporto tra pensiero economico e altre forme di sapere, come l’etica e la politica, l’indagine filologica, lo studio delle fonti bibliografiche e archivistiche
22,00

Sovranità, credito e mercato

Verso l'arte del governo economico totale

di Giuseppe Conti, Luciano Fanti

editore: Pisa University Press

pagine: 756

Il libro traccia l'itinerario genealogico di fatti e idee del credito e della moneta, e delle loro interazioni con la sovranità e il mercato, sfociato nella formazione del capitalismo moderno, a partire da un confronto serrato con la “condizione umana” delle epoche precedenti. Attraverso il prisma delle origini teologiche e del dualismo sacro-profano, si compone e si scompone quella costellazione gravitante sul concetto del credito (coi suoi correlati della moneta e del debito), la quale costituisce una lente di lettura della modernità sociale ed economica. Molteplici dicotomie teoriche in ambito monetario sono individuate e ricondotte alla complessa dialettica della triade sovranità, credito e mercato. Infine, si ripercorrere criticamente attraverso un “decalogo” le principali prescrizioni e prassi di governo totalizzanti dell'ideologia del neo-ordoliberalismo, oggi pervasivamente dominante.
32,00

Financial covenants e indicatori di Performance economico-finanziaria

seconda edizione

editore: Pisa University Press

pagine: 140

Il presente lavoro costituisce la seconda edizione, riveduta ed ampliata, di un precedente saggio. Lo studio verte sul tema dei financial covenant, analizzato con la chiave di lettura dell’aziendalista. Trattasi di clausole che subordinano il perdurare del rapporto di finanziamento, con le caratteristiche inizialmente convenute, al rispetto di determinati valori-soglia riferiti a indicatori di natura economico-finanziaria, specificamente definiti e negoziati tra datore e prenditore di fondi. Con gli interventi operati sull’impianto originario della monografia si è cercato di dar conto della trasversalità scientifica dell’argomento, senza pretesa di esaustività. Ne è risultata una digressione su profili di natura giuridica e su studi di matrice economica che riguardano i diversi tipi di covenant, con particolareattenzione ai financial covenant. Il focus del lavoro è, comunque, l’analisi degli indicatori economico-finanziari a cui tipicamente i financial covenant fanno riferimento e della loro efficacia nel segnalare la sostenibilità dell’indebitamento da parte dell’azienda prenditrice di fondi
14,00

Industria 4.0: attualità e prospettive

editore: Pisa University Press

pagine: 376

Il testo affronta da una prospettiva interdisciplinare il tema dell’implementazione del sistema Industria 4.0 con tutti i riflessi attuali e prospettici sulle modalità di produzione e di organizzazione del lavoro. In tale contesto emerge la necessità, per garantire un’adeguata valorizzazione delle opportunità offerte dalla trasformazione digitale, di valutare le diverse implicazioni che investono le competenze professionali. Investire nella formazione del personale, implementare i cambiamenti che hanno interessato le modalità di svolgimento del lavoro rappresentano delle richieste alle quali le aziende devono dare delle efficaci e concrete risposte considerando anche gli effetti sulle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro e sulla ricerca del miglioramento continuo della qualità, all’insegna dell’economicità, di una nuova attività produttiva.   Con i contributi di: Marco Giannini, Valentino Turini e Maria Zifaro.
28,00
Pdf

ENHANCING COLLABORATION IN LOGISTICS KNOWLEDGE TRIANGLE: A EUROPEAN ANALYSIS

editore: Pisa University Press

The FRAMELOG project (acronym for “European framework for “Knowledge Triangle” in the Logistic sector”) was created to study and encourage the cooperation among three organizational macro-categories composing the so called “Knowledge Triangle”, specifically private companies, research centers, and high education institutions. The field of application is an area that is constantly becoming more and more strategic for both companies and national economies: Logistics. The investigation, thanks also to the international perspective adopted, is meant to have a three-fold  contribution: first, it proposes a deeper understanding of the necessary changes that academic and other educational institutions are called to implement to meet the needs of the Logistics companies; secondly, it provides some potential solutions to boost the creation of collaborative attitudes among Knowledge Triangle key actors in Logistics; finally, the study enriches the growing academic debate about the role of collaboration and of competences development in the turbulent environment of the Logistics.   Authors and contributors Università di Pisa (Italy) Giannini Marco, Niccolini Federico, Scipioni Sara, Gaiotto Beatrice   Italian logistics association (Italia) Bisogni Paolo   Bulgarian Logistics Association (Bulgaria) Rakovska Miroslava, Stratieva Styliana   The European Logistics Association (Belgium) Carvalho Dorothea,   Finance & Banking, Associazione per lo Sviluppo Organizzativo e delle Risorse Umane (Italy) Cotovanu Ana Maria, D’Acunto Federica, Spatafora Mario   University Of National and World Economy (Bulgaria) Kabakchieva Dorina, Stefanova Kamelia   Universitatea Transilvania Din Brasov (Romania) Foris Tiberiu, Marinescu Nicolae, Nicolau Cristina, Pisarciuc Cristian, Poțincu Cristian, Poți

L'Azienda nella fase Istituzionale

di Francesco Poddighe

editore: Pisa University Press

pagine: 136

I primi passi di ogni azienda, nell’ambito della sua propria fase istituzionale, costituiscono un momento particolar­mente complesso e delicato della vita aziendale. Come si comprende, una tale fase deve essere gestita con ade­guata efficacia, avendo ben chiari i rischi peculiari che grava­no su ogni organismo aziendale quando esso sorge. Peraltro, senza trascurare le opportunità di vario ordine e grado che si possono e si debbono saper cogliere. Anzitutto, esiste uno spazio effettivo nell’ambito del proprio mercato? Qual è la dimensione produttiva più idonea per lo sviluppo della mia impresa? Dove e come posso convenien­temente reperire le risorse finanziarie necessarie ad avviare al meglio la gestione? Sarebbe utile costituire un certo tipo di società oppure è preferibile fare ricorso ad un’impresa indi­viduale? Lo scopo di questo volume, è quindi quello di aiutare gli stu­denti a comprendere appieno quale sia l’approccio più corret­to per il fenomeno della nascita, all’insegna dell’economicità, di una nuova attività produttiva.
15,00

Europa vs nazione

Integrazione economica, unione monetaria, mercati internazionali: il pensiero di un secolo (1919-2019)

editore: Pisa University Press

pagine: 288

Con il Trattato di Versailles (1919), mentre termina il primo conflitto mondiale e si preparano le basi del secondo, prende rilevanza la questione europea, la cui soluzione appare come presupposto irrinunciabile per la stabilità internazionale. Fin dagli anni ’20, si apre un dibattito sui temi della politica doganale e del commercio estero, della integrazione economica e di una possibile unione monetaria. Il secondo dopoguerra vede così il ten­tativo di governare gli eventi, sia a livello internazionale, con gli accordi di Bretton Woods (1944) e la nascita del Fondo Monetario, sia a livello europeo con i Trattati di Roma (1957). Dal Rapporto Werner (1970) al Serpente Mo­netario prima, dallo Sme al Rapporto Delors (1989) poi, si assiste al passaggio dalla Comunità all’Unione monetaria, formalizzato con il Trattato di Maastricht (1992). Il presen­te volume prende in esame il dibattito, internazionale e na­zionale, di un secolo. Protagonisti tanti economisti, tra cui Keynes, Hayek, Robbins, Friedman, Krugman e Stiglitz, in un caso, Fanno, Jannaccone, Einaudi, Caffè, Padoa Schiop­pa e Giavazzi, nell’altro. In particolare, una speciale atten­zione è riservata alle recenti posizioni di Draghi e Savona ed al dibattito sull’euro. Il dilemma Europa-Nazione è più che mai vivo e decisivo. Oggi come cento anni fa.
20,00

Casi di strategia e politica aziendale

di Elisabetta Rocchiccioli

editore: Pisa University Press

pagine: 136

Il volume contiene la storia e le vicende più importanti di alcune aziende che si sono distinte dalle altre. I casi aziendali possono essere utilizzati non solo a fini didattici nei corsi universitari che trattano i temi della Strategia e Politica Aziendale ma anche da manager interessati a scoprire come alcune aziende hanno affrontato problematiche relative a questo tema e come le hanno risolte. I casi presentati si focalizzano infatti sui temi di analisi, valutazione e formulazione della strategia competitiva (o business strategy) e, in particolare, sui temi della gestione strategica, delle risorse e competenze distintive, delle attività generatrici di valore, del vantaggio competitivo, dei valori aziendali e dei posizionamenti competitivi. La progettazione e la stesura dei casi presenti in questo volume sono il frutto e la collaborazione di diversi docenti e ricercatori che negli anni hanno sentito la necessità di tradurre le esperienze vissute nelle aziende.
12,00

La ricerca di autenticità nei processi di consumo

di Matteo Corciolani

editore: Pisa University Press

pagine: 352

L’autore prende in esame un argomento che negli ultimi anni sta assumendo un crescente interesse presso docenti, ricercatori e professionisti che si occupano di marketing o di comportamenti di consumo: la ricerca di autenticità da parte degli individui. Tramite approfondimenti teorici, esempi pratici e dati empirici, il contributo si propone di illustrare come gli individui sviluppano e utilizzano il concetto di autenticità nelle proprie scelte di consumo. Il concetto, in particolare, viene analizzato nell’ambito di un settore in cui, storicamente, l’autenticità ha assunto una rilevanza fondamentale: quello discografico. Il testo è diviso in tre parti. Nella prima vengono ripercorse le principali teorie che hanno affrontato il tema dell’autenticità sia dal punto di vista sociologico e antropologico sia dalla prospettiva del marketing e del comportamento del consumatore. La seconda parte evidenzia le caratteristiche principali del settore discografico, descrivendone l’evoluzione nel tempo e l’attuale conformazione. L’ultima sezione presenta i risultati di tre analisi empiriche svolte durante il programma di ricerca dottorale. Si tratta di tre studi che, analizzando da punti di vista diversi l’importanza dell’autenticità nel consumo, permettono di dedurne alcune significative implicazioni per la ricerca sui consumi e per il marketing management.
22,00

Giuseppe Toniolo: Alle origini del principio di sussidiarietà

di Alice Martini, Luca Spataro

editore: Pisa University Press

pagine: 176

Per molto tempo ignorato nel dibattito pubblico, il principio di sussidiarietà ha conosciuto un rinnovato interesse alla fine del ‘900, quando l’Unione Europea lo ha assunto a fondamento del Trattato di Maastricht. Da allora, esso è stato recepito dalle costituzioni e dai sistemi di welfare di molti paesi, in risposta alla crisi innescata dalla globalizzazione. Per certi versi analogo è stato il percorso di Giuseppe Toniolo: da protagonista della vita accademica e sociale a cavallo del XIX e XX secolo, il professore pisano è stato ai margini del dibattito scientifico e sociale successivo, e la sua memoria è stata conservata prevalentemente da alcuni ambienti cattolici. Oggi la sua figura e il suo contributo hanno conosciuto una rinnovata attenzione, sia per la recente beatificazione, sia per il protrarsi della crisi economica che ha minato la fiducia in alcuni paradigmi del capitalismo e portato a un ripensamento del ruolo dello Stato, facendo apparire Toniolo un precursore dei tempi.        
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento