Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Medicina

Avversario il COVID-19

Igiene e sport, un binomio per la tutela della salute

editore: Pisa University Press

pagine: 176

La gravità dell’emergenza sanitaria connessa alla pandemia da SARS-CoV-2 ha interessato anche il mondo dello sport. Sono stati rinviati il campionato Europeo di calcio e le Olimpiadi di Tokyo e sospesi i campionati di quasi tutti gli altri sport. Il libro, raccomandato a tutti coloro che a vario titolo operano nel mondo dello sport (dirigenti, allenatori, atleti, genitori), fornisce precise raccomandazioni sui comportamenti individuali corretti per permettere di riprendere in sicurezza le attività in tutte le discipline. Tra i principali argomenti trattati: l’igiene degli impianti e dei locali sportivi, la pulizia e la sanificazione, le vaccinazioni raccomandate agli sportivi, la gestione delle visite di idoneità, le responsabilità dei dirigenti nelle attività sportive. Il testo è corredato da numerose FAQ, le domande più comuni sull’argomento. In appendice: “Il decalogo anti-contagio per gli sportivi”.
15,00

Amiloidosi cardiaca

Come si diagnostica, come si cura

editore: Pisa University Press

pagine: 348

Le diverse forme di amiloidosi cardiache sono caratterizzate dall’accumulo nello spazio interstiziale di materiale amorfo costituito da fibrille amiloidi che induce un quadro clinico di scompenso cardiaco. Sino a poco tempo fa sono state considerate patologie con scarse prospettive terapeutiche e gravate da una prognosi infausta. Negli ultimi anni si è invece assistito per entrambe le forme di amiloidosi cardiaca più frequenti, ovvero l’amiloidosi da catene leggere delle immunoglobuline e l’amiloidosi da transtiretina, nelle sue forme wild type e mutata, ad uno straordinario incremento nelle capacità diagnostiche e terapeutiche che ha smentito il concetto di malattia rara. Per tali motivi, conoscere e riconoscere precocemente l’amiloidosi cardiaca nelle sue forme diverse è un imperativo per il Cardiologo, Medico Generalista e per i tanti Specialisti, Neurologi, Internisti, Nefrologi, Ematologi, coinvolti nella loro gestione clinica. Questo libro che inaugura la Collana “Sant’Anna Medical Reviews” per i tipi della Pisa University Press è dedicato a tutti loro e in particolar modo ai nostri pazienti.A cura di: Michele Emdin, Giuseppe Vergaro, Claudio Passino  
28,00

Il sistema nervoso vegetativo: Anatomia funzionale

di Francesco Fornai, Paola Lenzi

editore: Pisa University Press

pagine: 270

L’osservazione anatomica tradizionale ha rappresentato per molti decenni il Sistema nervoso vegetativo (SNV) come un sistema nervoso concepito sia anatomicamente che funzionalmente in modo autonomo dai centri nervosi. In realtà la visone moderna del Sistema nervoso deve articolarsi in una sezione dedicata alla vita vegetativa e una per la vita di relazione come due componenti continue tra loro, ognuna delle quali dotate sia di una parte centrale che di una parte periferica. Il SNV regola la vita vegetativa che, come magistralmente enfatizzato da Giuseppe Moruzzi (1978), controlla l’omeostasi, ossia la costanza dell’ambiente interno, definito da Claude Bernard come quel liquido che bagna la superficie delle cellule. Questo volume è dedicato alla trattazione del SNV e all’analisi approfondita di specifiche funzioni vegetative integrate come la pressione arteriosa, il respiro e l’attività di molteplici organi e sistemi.
25,00

Anatomia funzionale del midollo spinale e delle sue vie sensitive e motorie

di Francesco Fornai, Michela Ferrucci

editore: Pisa University Press

pagine: 372

Il presente volume è dedicato alla struttura del midollo spi­nale. La descrizione delle lamine, seppur utile riferimento topografico, non svela tuttavia aggregati di neuroni fun­zionalmente omogenei. Analogamente la struttura della so­stanza bianca enfatizza i concetti di discriminazione sensitiva e di frazionamento del controllo motorio. La percezione del mondo esterno dipende fondamentalmente dalla struttura del sistema nervoso centrale. L’intensità della percezione e del movimento non è dipenden­te dai valori oggettivi delle forze fisiche ma piuttosto dai feno­meni di contrasto che il sistema nervoso centrale genera per amplificare artatamente la percezione di un evento oscurando quelli temporalmente consecutivi o spazialmente contigui. La realtà da noi percepita ed il modo con cui interagiamo rap­presentano una trasposizione soggettiva, condizionata dai pa­rametri biologici che caratterizzano la neuroanatomia
32,00

Il Syllabus di Neuroanatomia

Per Medicina e Chirurgia

di Francesco Fornai, Riccardo Ruffoli

editore: Pisa University Press

pagine: 176

Il volume rappresenta un tentativo di definire un complesso di conoscenze teoriche, capacità di ragionamento e abilità teorico-pratiche che rappresentano un bagaglio culturale esiziale nella formazione di un Medico-Chirurgo. In tal senso infatti è stato concepito il Core Curriculum come quell’insieme di elementi culturali attività formative e di verifica centrato sullo studente che possa rappresentare un elemento comune anche tra diversi Atenei e tra diversi Paesi che aderiscono alla European Higher Education Area (EHEA). Tale obiettivo si inserisce in modo culturalmente più vasto nella condivisione mondiale di quegli elementi che come competenze specifiche devono essere comuni ad ogni medico aldilà del contesto in cui questo opera. Questo processo di confronto internazionale della Cultura Medico-Chirurgica e, più in generale universitaria sta avvenendo proprio in questi anni attraverso un processo cosiddetto di “tuning” che prevede un accordo comune nel rispetto delle peculiarità culturali e delle esigenze geopolitiche. In pratica, il confronto tra programmi, il riconoscimento degli esami, la loro integrazione e ancor più la consapevolezza del discente del modo di apprendere mentre diventa Medico dovrebbero essere facilitati proprio dalla creazione di Core Curricula dedicati ai singoli insegnamenti e poi sintetizzati dal Core Curriculum globale del Corso di Studio in Medicina e Chirurgia.  
10,00

Pitagora e l'Egitto

Le arti sapienti per la tutela della Vita

di Francesco Lopez

editore: Pisa University Press

pagine: 168

Il testo esamina, per la prima volta in maniera completa e monografica, le problematiche relative ai rapporti culturali tra Pitagora e l’Egitto. La rivoluzione apparsa nella civiltà greca tardo-arcaica circa l’immortalità dell’essere umano e le relative questioni escatologiche vengono correlate nello studio all’istituzione scientifico-templare del Mediterraneo più importante dell’epoca, rappresentata dagli scriptoria multidisciplinari in Egitto delle Case della Vita. A fronte della frammentarietà delle fonti pre-platoniche, la figura carismatica di Pitagora viene osservata nel contesto storico di riferimento ed in ottica comparata, tra Occidente ed Oriente. Notevole appare, al riguardo, il connubio che emerge nel Samio tra sapienza, storia, scrittura ed arte medica, finalizzato alla conservazione ed alla tutela della Vita in tutte le sue forme, tra passato, presente e futuro.  
15,00

Il dolore e la sua terapia nella medicina occidentale - parte III

Dal settecento alla metà dell'ottocento

di Gianfranco Natale, Alberto Zampieri

editore: Pisa University Press

pagine: 300

Nella storia del dolore e della sua terapia nella medicina occidentale, il periodo che va dal Settecento alla metà dell’Ottocento, la ricerca contribuisce a trovare nuovi rimedi e a individuare diversi anestetici che consentono lo sviluppo della chirurgia. Il Settecento vede il trionfo della ragione e le scienze progrediscono con la scoperta di interi campi del sapere, come il magnetismo e l’elettricità, e la vecchia alchimia si trasforma nella chimica moderna. Questi nuovi ambiti scientifici hanno importanti ricadute anche nella medicina. Sono più numerosi i protagonisti, le pubblicazioni, le testimonianze, i documenti e gli strumenti, e l’attenzione si concentra sulle appassionanti figure che nella prima metà dell’Ottocento, apparentemente all’improvviso, non solo trovano il modo d’indurre la tanto agognata anestesia generale ma individuano anche più soluzioni, ponendo l’imbarazzo della scelta fra protossido di azoto, etere e cloroformio. A cura di Franco Mosca
28,00

Il dolore e la sua terapia nella medicina occidentale Parte II

Il cinquecento e il seicento

di Gianfranco Natale, Alberto Zampieri

editore: Pisa University Press

pagine: 212

Per la storia del dolore e della sua terapia nella medicina occidentale, il cinquecento e il seicento segnano un  rinnovato interesse per i fenomeni della natura, che coinvolge anche lo studio dell’uomo, ma non argina il perdurare di molte pseudoscienze, come astrologia, divinazione, alchimia e magia. L’indagine scientifica è più accurata, grazie alla rivoluzione galileiana. Nonostante i progressi della medicina, la tradizione antica perdura per lungo tempo. Mentre lo studio di alcuni fenomeni dà risultati di grande precisione, le scienze applicate all’uomo appaiono meno definibili in termini matematici e tendono a ricadere in visioni magico-religiose. Le testimonianze sul dolore e la sua terapia sono numerosissime. Ancora una volta, oltre a riportare i testi più rappresentativi delle figure di riferimento irrinunciabili, si è optato anche per alcune curiosità che aggiungono interesse alla trattazione. A cura di Franco Mosca
22,00
Pdf

Anatomia funzionale del sistema nervoso periferico spinale dell'uomo

di Francesco Fornai, Riccardo Ruffoli

editore: Pisa University Press

La conoscenza del Sistema Nervoso Periferico viene in genere acquisita in modo mnemonico all’interno dei vari corsi di s
13,99

Anatomia funzionale del sistema nervoso periferico spinale dell'uomo

di Francesco Fornai, Riccardo Ruffoli

editore: Pisa University Press

pagine: 198

La conoscenza del Sistema Nervoso Periferico viene in genere acquisita in modo mnemonico all’interno dei vari corsi di studio oppure rappresenta un elemento di riferimento nella routine strumentale in neurofisiopatologia ove la stimolazione e la registrazione dell’attività elettrica dei nervi e dei muscoli avviene in modo parcellare per valutare la presenza di miopatie, neuropatie ovvero alterazioni di integrità del motoneurone. In questi casi l’approccio allo studio del sistema periferico avviene o in un contesto mnemonico che facilmente viene perso nella successiva pratica medica ovvero in un contesto super specialistico ove lo studio dei nervi e dei loro rami viene effettuato in modo parcellare nella routine clinica di diagnostica strumentale. Il testo è stato concepito per offrire una visione di tutto il sistema nervoso periferico dell’uomo realizzata in maniera concettuale con frequenti cenni funzionali e costanti riferimenti clinici proprio allo scopo di fornire nozioni che, sebbene acquisite in un corso di Laurea in Medicina, rimangano come elemento culturale fondamentale. Il testo è concepito per gli studenti di Medicina e Chirurgia ma anche per i medici specializzandi.  
20,00

I traumatismi osteo-articolari del piede nella chirurgia ippocratica

di Francesco Lopez

editore: Pisa University Press

pagine: 168

Il testo ricostruisce le modalità messe in opera dai medici ippocratici nel trattamento delle disarticolazioni traumatiche del piede (lussazioni, diastasi, fratture) attraverso l’analisi dettagliata dei trattati Sulle Fratture e Sulle Articolazioni (V-IV sec. a.C.). Adeguato rilievo è dato, altresì, al confronto con la chirurgia egizia di età faraonica e con quella praticata dai Greci in età arcaica. Notevole spazio è riservato, inoltre, al commento di Claudio Galeno. L’opera, per la ricchezza e la puntualità delle fonti esaminate, si presenta come valido strumento per accostarsi all’ortopedia e alla traumatologia di Ippocrate, rivolta non solo agli studiosi del pensiero scientifico antico ma anche ai professionisti medici e a quanti sono animati dal desiderio di confrontarsi con la storia della scienza.
15,00

Il dolore e la sua terapia nella medicina occidentale

Dalle origini alla metà dell'ottocento. Parte I

di Gianfranco Natale, Alberto Zampieri

editore: Pisa University Press

pagine: 376

Il dolore è sempre stato uno dei problemi più importanti della medicina. Nonostante la scoperta degli anestetici e l’introduzione dei farmaci antidolorifici steroidei e non steroidei, il trattamento della sofferenza fisica rimane ancora oggi una meta lontana, soprattutto in campo oncologico. Questo libro racconta la storia del dolore nella medicina occidentale, partendo dall’antichità fino alla metà dell’Ottocento. Oltre a fornire curiosi e interessanti approfondimenti etimologici, questo primo volume documenta i periodi preistorico, greco e romano, per giungere al medioevo, con le tradizioni mediche monastiche, bizantine e arabe, e la nascita della scuola medica salernitana e delle prime università. Sono esaminate le scuole e le principali figure che hanno contribuito alla conoscenza e alla caratterizzazione del dolore e del suo trattamento. Una ricca iconografia accompagna il testo, con l’intento di documentare più compiutamente la ricerca svolta. Ritratti di celebri personaggi, frontespizi di libri antichi, piante medicinali, strumenti e apparecchiature mediche aiutano a comprendere meglio il lungo cammino del progresso umano nel tentativo di dominare e sconfiggere la sofferenza fisica. Il lavoro è stato condotto consultando la letteratura scientifica sull’argomento e numerose opere originali. A cura di Franco Mosca Introduzione di Andrea Bocelli
30,00

Anatomia funzionale della formazione reticolare nel tronco encefalico dell'uomo

di Michela Ferrucci, Francesco Fornai

editore: Pisa University Press

pagine: 112

La conoscenza dell’anatomia funzionale della formazione reticolare del tronco encefalico rappresenta un aspetto fondamentale per la comprensione di molteplici funzioni nervose. Vengono riportati gli esperimenti classici sul sistema reticolare ascendente, in cui parte importante ebbe il Fisiologo pisano Giuseppe Moruzzi, e le indagini successive che hanno caratterizzato la natura “reticolare” dei neuroni e delle loro connessioni motorie e sensitive, la modulazione del dolore, della respirazione e del sistema cardiocircolatorio. La formazione reticolare viene descritta analiticamente come il fulcro arcaico di connessione tra la vita di relazione e la vita vegetativa dell’uomo. Il significato di queste connessioni si estende al ciclo sonno-veglia, al tono dell’umore e all’orientamento spaziale.Il testo si rivolge agli studenti di Medicina e Chirurgia, agli specializzandi o specialisti in discipline neuropsichiatriche e ai dottorandi di ricerca in neuroscienze, nonché ai cultori delle scienze umane interessati alla neurobiologia. La trattazione infatti avviene secondo criteri storici, anatomici e soprattutto funzionali con ricadute cliniche.Lo stile del testo è semplice, discorsivo piuttosto che tecnico. Questo, allo scopo di avvincere il lettore nel labirinto delle connessioni cerebrali di cui la formazione reticolare, se ben compresa, può rappresentare un filo di Arianna.  
14,00

Mario Campa

Nel ricordo di allievi, collaboratori, colleghi, amici, estimatori e famigliari

editore: Pisa University Press

pagine: 204

Questo libro nasce con la ferma convinzione che sia necessario proporre alle generazioni che verranno i Valori fondanti la Società Civile, espressi da Personalità straordinarie ed esemplari per umanità, integrità, onestà intellettuale, disponibilità disinteressata verso tutti, dedizione al bene comune. Mario Campa ha incarnato incessantemente questi valori ma trovare la giusta chiave per rappresentarli in un'unica opera non era un problema di facile soluzione. Il curatore, chiamato ad assolvere un così grave compito, ha scelto di dar vita ad un'opera del tutto particolare scegliendo di chiedere a centinaia di amici, colleghi e famigliari  di portare la loro testimonianza. Il risultato è un quadro d'insieme molto originale e "intimo" dove si si riesce a dare evidenza non solo delle straordinarie doti in campo accademico ma anche, e soprattutto, di quelle umane.
25,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.