Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

I suffissi verbali ittiti -anna/i- e -šš(a)-

novità
I suffissi verbali ittiti -anna/i- e -šš(a)-
titolo I suffissi verbali ittiti -anna/i- e -šš(a)-
sottotitolo Studio sul sistema aspettuale ittita
autore
argomento Scienze dell’antichità, filologico letterarie e storico artistiche Studi linguistici pisani
editore Pisa University Press
formato Libro
pagine 320
pubblicazione 05/2020
ISBN 978-883339-3704
 

Abstract

 Sin dall’epoca della sua decifrazione, è apparso evidente che la lingua ittita presentas­se un sistema verbale molto meno ricco di categorie rispetto a quello che viene tra­dizionalmente ricostruito per l’indoeuropeo, basato soprattutto sui dati dell’indiano antico, del greco e dell’iranico. In particolare, una delle categorie che sembrano esse­re assenti in ittita è l’aspetto verbale, ovvero l’opposizione funzionale tra aspett...
20,00
 
Spedito in 1 giorno lavorativo
 Sin dall’epoca della sua decifrazione, è apparso evidente che la lingua ittita presentas­se un sistema verbale molto meno ricco di categorie rispetto a quello che viene tra­dizionalmente ricostruito per l’indoeuropeo, basato soprattutto sui dati dell’indiano antico, del greco e dell’iranico. In particolare, una delle categorie che sembrano esse­re assenti in ittita è l’aspetto verbale, ovvero l’opposizione funzionale tra aspetto im­perfettivo e aspetto perfettivo, che in altre lingue indoeuropee antiche è affidata alla contrapposizione tra il sistema del presente e il sistema dell’aoristo, rispettivamente. Tuttavia, studi recenti hanno suggerito che i suffissi verbali -ške/a-, -anna/i- e -šš(a)-, tradizionalmente considerati azionali (con valore iterativo, durativo, intensivo, ecc.), potessero avere, in alcuni contesti, una funzione aspettuale, nello specifico imperfet­tiva, codificando quindi l’aspetto progressivo, abituale e continuo.
Nel presente volume, attraverso un’indagine sistematica all’interno del corpus dei testi ittiti, si mira a dimostrare che la funzione dei suffissi verbali -anna/i- e -šš(a)- era puramente imperfettiva, e che eventuali valori azionali erano secondari e dipendenti da quelli aspettuali.
Verranno inoltre chiariti i rapporti che intercorrevano tra tali morfemi e il ben più produttivo suffisso -ške/a-, la cui funzione imperfettiva appare evidente. Infine, si mostrerà come le forme a raddoppiamento, molto frequenti in ittita, avessero la stessa funzione imperfettiva stabilita per i suffissi -ške/a-, -anna/i- e -šš(a)-.
 

Biografia dell'autore

Valerio Pisaniello

Valerio Pisaniello è ricercatore di Glottologia e Linguistica presso il Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona. I suoi interessi di ricerca riguardano l’indoeuropeistica e la linguistica e filologia delle lingue anatoliche antiche. Attualmente lavora al Progetto ERC PALaC, “Pre-Classical Anatolian Languages in Contact” (P.I. prof. Federico Giusfredi), nell’ambito del quale si occupa prevalentemente di contatto linguistico in area anatolica e siriana nel I millennio a.C.

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.