Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Meno parlamentari, più democrazia?

novità
Meno parlamentari, più democrazia?
titolo Meno parlamentari, più democrazia?
sottotitolo Significato e conseguenze della riforma costituzionale
autore
argomento Scienze politiche e sociali Collezione accademica
editore Pisa University Press
formato Libro
pagine 240
pubblicazione 02/2020
ISBN 978-883339-3285
 

Abstract

Il 29 marzo 2020 gli italiani saranno chiamati a votare, in un referendum, sul disegno di revisione costituzionale approvato dal Parlamento nel 2019 con cui viene ridotto il numero dei parlamentari: 400 deputati anziché 630, 200 senatori al posto degli attuali 315. Viene inoltre modificata la previsione relativa ai senatori a vita, con lo stabilire che essi non possono mai superare il numero di cinque (esclusi gli ex Presidenti della Repubblica)...
12,00
 
Spedito in 1 giorno lavorativo

Il 29 marzo 2020 gli italiani saranno chiamati a votare, in un referendum, sul disegno di revisione costituzionale approvato dal Parlamento nel 2019 con cui viene ridotto il numero dei parlamentari: 400 deputati anziché 630, 200 senatori al posto degli attuali 315. Viene inoltre modificata la previsione relativa ai senatori a vita, con lo stabilire che essi non possono mai superare il numero di cinque (esclusi gli ex Presidenti della Repubblica). A prima vista si tratta di una riforma semplice e assai limitata: in effetti così è, ma le conseguenze di essa, come il suo significato complessivo, sono di assoluto rilievo. Il presente lavoro analizza tali aspetti: perché e come si è arrivati ad approvare questo taglio; quali conseguenze esso avrà sui costi della politica, sul sistema elettorale come su quello dei partiti, sull’organizzazione del Parlamento, e così via. Cosa emerge dalla comparazione con i parlamentari e le riforme negli altri paesi? Ma anche: come inciderà la riforma sulla rappresentanza politica? Essa è reazione ovvero incentivo alle tendenze populistiche? Nell’ultima parte del volume sono ospitate alcune opinioni di costituzionalisti che, in modo sintetico, propongono il proprio punto di vista sulla riforma e sulle conseguenze dell’esito referendario.

 

Biografia dell'autore

Emanuele Rossi

Emanuele Rossi è professore ordinario di Diritto costituzionale alla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, dove è stato Preside della Classe di Scienze sociali, Direttore dell’Istituto Dirpolis (Diritto, politica e sviluppo) e Pro - Rettore vicario. Attualmente dirige il Laboratorio di ricerca WISS (Welfare, Innovazione e Sviluppo). Dirige alcune collane editoriali e la rivista Forum di Quaderni costituzionali. È autore di numerose pubblicazioni su temi vari di diritto costituzionale: tra quelle più recenti possiamo ricordare: Quale reddito di cittadinanza? Criticità e prospettive delle politiche di contrasto alla povertà, Il Mulino, Bologna, 2019 (curatela insieme a Elena Innocenti e Elena Vivaldi); Costituzione, pluralismo solidaristico e Terzo settore, STEM Mucchi Editore, Modena, 2019; Diritto del Terzo settore, Il Mulino, Bologna, 2018 (in collaborazione con Pierluigi Consorti e Luca Gori). Per Pisa University Press ha pubblicato,
nel 2016, Una Costituzione migliore? Contenuti e limiti della riforma costituzionale.

Inserisci i numeri visualizzati per il controllo anti spam

Eventi collegati a Meno parlamentari, più democrazia?

Sala degli Specchi - Museo , il 20.03.2020 alle ore 17.00, via San Jacopo in Acquaviva 65, Livorno
Liceo XXV Aprile, il 20.03.2020 alle ore 11.00, Pontedera
Sala del Consiglio Comunale , il 19.03.2020 alle ore 21.15, Piazza Garibaldi 1, Calci
Centro pastorale culturale "Le Mantellate", il 07.03.2020 alle ore 17.00, Piazza Caduti Divisione Acqui Cefalonia e Corfù, 20, Pontedera
Sala ex circoscrizione 2, il 05.03.2020 alle ore 17.30, Scali Finocchietti 6, Livorno
Domus Mazziniana, il 27.02.2020 alle ore 17.30, via G. Mazzini 71, Pisa

Correlati

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.