Il tuo browser non supporta JavaScript!
0

Attenzione, controllare i dati.

Pisa University Press

Elettronica biomedica

Esercizi

di Giuseppe Barillaro, Lucanos Strambini

editore: Pisa University Press

L’elettronica biomedica è una disciplina relativamente recente, che ha ricevuto un forte impulso dal
8,99

La tentazione di capire

Un ricordo di Arrigo Stara

Autori vari

editore: Pisa University Press

Saggista brillante e acuto, Arrigo Stara ha insegnato Teoria della letteratura e Letterature comparate presso l’Universi
10,99

I suffissi verbali ittiti -anna/i- e -šš(a)-

Studio sul sistema aspettuale ittita

di Valerio Pisaniello

editore: Pisa University Press

 Sin dall’epoca della sua decifrazione, è apparso evidente che la lingua ittita presentas­se un sistema
13,99

Il dolore e la sua terapia nella medicina occidentale

Parte II: Il cinquecento e il seicento

Autori vari

editore: Pisa University Press

Per la storia del dolore e della sua terapia nella medicina occidentale, il cinquecento e il seicento segnano un  rinnova
15,99

Il dolore e la sua terapia nella medicina occidentale

Parte III: Dal settecento alla metà dell'ottocento

Autori vari

editore: Pisa University Press

Nella storia del dolore e della sua terapia nella medicina occidentale, il periodo che va dal Settecento alla metà dell
19,99

Itinerari del Riccio Rapito

Satira e nuova scienza nell'Italia dei Lumi

di Francesca Fedi

editore: Pisa University Press

pagine: 190

La straordinaria fortuna del Rape of the Lock di Alexander Pope si spiega solo alla luce della plasticità di questo piccolo capolavoro eroicomico, capace di trasformarsi e di adattarsi a prospettive satiriche diverse man mano che la crisi della società di Ancien Régime portava in primo piano nuovi obiettivi polemici. Seguire gli itinerari delle due prime traduzioni italiane (di Antonio Conti e Andrea Bonducci) ha permesso di comprendere quando e in che modo il Riccio sia stato riletto e reinterpretato, in corrispondenza di alcuni snodi del dibattito culturale europeo: le polemiche suscitate dalla rivoluzione newtoniana, gli sviluppi del libertinismo filosofico, le spinte giurisdizionaliste, la diffusione della massoneria. Le traduzioni del Riccio, inoltre, circolarono legandosi alle vicende editoriali di altri testi, molti dei quali sottoposti a censura (da Le Comte de Gabalis alle opere di Swift, dalle Lodi di Newton di Thompson alla Chiave del Gabinetto di Borri e alla Lettera apologetica di Raimondo di Sangro), finendo a loro volta per orientarne la ricezione. Francesca Fedi insegna Letteratura Italiana all’Università di Pisa. I suoi interessi di ricerca sono rivolti alle forme dell’argomentare per paradossi nel primo Cinquecento, alla letteratura dell’età illuministica, all’estetica del Neoclassicismo, ai rapporti tra cultura massonica e generi letterari. Ha pubblicato in volume e in rivista studi, tra l’altro, su Machiavelli, Parini, Alfieri, Foscolo, Leopardi. È attualmente coordinatrice di un PRIN dal titolo La costruzione delle reti europee nel ‘lungo’ Settecento: figure della diplomazia e comunicazione letteraria.
16,00

Liber amicorum Adelmo Manna

editore: Pisa University Press

Il volume contiene i numerosi saggi che alcuni amici e colleghi del prof. Adelmo Manna ‒ tutti professori ordinari di materie penalistiche ‒ hanno voluto dedicargli. Il risultato è un volume collettaneo che spazia, senza mai ripetersi, tra i temi penalistici più attuali e discussi, con il rigore, la competenza e l’ampiezza di respiro che, del re - sto, non avrebbero potuto non contraddistinguere le più prestigiose e autorevoli voci del dibattito penalistico.
40,00

Storie da cui si impara

L'avventura pisana dell'informatica

editore: Pisa University Press

pagine: 192

Innovazione è la parola chiave che viene utilizzata per delineare i processi di rinnovamento della nostra società per stare meglio tutti.   Ognuno in realtà interpreta questo termine a modo suo. Innovazione è saper leggere il passato per costruire un futuro migliore, imparare da ciò che si è fatto per migliorare sia come singoli che come comunità. Nel 1969 nasceva a Pisa il primo corso di laurea universitario in Informatica e l’Istituto di Scienze dell’Informazione, poi diventato Dipartimento di Informatica.  Questo volume si propone di raccontare alcuni momenti della vita del Dipartimento di Informatica attraverso le storie dei suoi protagonisti.  Il racconto dei protagonisti permette non solo riconoscere e valorizzare il lavoro delle persone che a vario titolo hanno contribuito alla nascita e alla crescita del Dipartimento e dell’informatica italiana, ma ci porta a riflettere in modo critico su quanto è stato fatto e su ciò che non si è riusciti a fare, per imparare quindi dal passato e poter essere così in grado di costruire un “futuro migliore”.
22,00

Atti del XXXIX convegno annuale SISFA

Pisa 9-12 settembre 2019

editore: Pisa University Press

pagine: 570

Il XXXIX Convegno annuale della Società Italiana degli Storici della Fisica e dell’Astronomia (SISFA), tenutosi all’ateneo di Pisa nel settembre 2019, ha visto la partecipazione di studiosi provenienti dall’Italia e dall’estero, impegnati su numerosi fronti di ricerca storico-scientifica. I contributi raccolti nel presente volume riflettono la ricchezza di queste indagini, che spaziano dai primordi del pensiero filosofico-scientifico fino agli sviluppi della fisica e dell’astronomia nel XX secolo. Il Convegno ha dato speciale risalto ad alcune rilevanti ricorrenze del 2019: il cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci (1452-1519); il bicentenario del fisico Riccardo Felici (1819-1902), importante pioniere dell’elettrodinamica; il centenario dalla spedizione di Arthur Eddington, che fornì le prime osservazioni della deflessione dei raggi luminosi prevista dalla Relatività generale. La speciale sessione dedicata ai test sperimentali della Relatività generale si è tenuta alla sede dell’esperimento Virgo e dell’European Gravitational Observatory, a Cascina. Hanno avuto particolare rilievo nel Convegno la sessione dedicata alle connessioni tra storia e didattica della fisica, sia in relazione all’insegnamento nelle scuole che nelle attività museali, e la sessione riguardante la strumentaria scientifica e le relative collezioni storiche. Ulteriore tematica di approfondimento e di discussione è stata la storia della fisica in Venezuela.
40,00

Storie da cui si impara

L'avventura pisana dell'informatica

Autori vari

editore: Pisa University Press

Nel 1969 nasceva a Pisa il primo corso di laurea universitario in Informatica e l’Istituto di Scienze dell’Informa
Gratuito

Ridefinire il volontariato

Autori vari

editore: Pisa University Press

L’idea alla base di questo volume è esaminare le disposizioni della riforma del Terzo settore che definiscono il
Gratuito

Prima di Platone

Plotino e gli inizi della filosofia greca

di Giulia Guidara

editore: Pisa University Press

pagine: 200

Anassagora, Democrito e gli atomisti, Empedocle, Eraclito, Parmenide, Pitagora e gli antichi pitagorici vengono richiamati piú volte all’interno delle Enneadi. Ma per quali ragioni Plotino vi ricorre? E con quali obiettivi? Il presente volume tenta di rispondere ai due interrogativi, passando in rassegna tutti i riferimenti ai preplatonici delle Enneadi. Il nucleo dello studio è un’analisi dei passi in cui Plotino si serve dei preplatonici per argomentare le proprie teorie, o per dimostrare il loro sostanziale accordo con i migliori insegnamenti della tradizione filosofica greca. Tale analisi è condotta con un approccio teoretico e storico al tempo stesso: l’attenzione è rivolta sia alla funzione che ogni riferimento svolge all’interno della trattazione, sia alle sue possibili fonti. L’obiettivo è quello di ricostruire, in tutte le sue sfaccettature, le idee di Plotino sulla fase nascente del pensiero greco, e il contesto in cui tali idee si sono formate. I riferimenti ai preplatonici che non danno alcuna informazione al riguardo (perché sono dubbi, o perché non hanno un vero e proprio ruolo nelle argomentazioni) sono riportati nelle appendici. In questo modo, il volume si propone di fornire al lettore un quadro completo del modo in cui Plotino plasma il pensiero preplatonico e lo integra nella sua filosofia.
22,00

El punto y la voz

la puntuacion del texto teatral (siglos XVI-XVIII)

editore: Pisa University Press

pagine: 242

En los versos de una comedia o de una tragedia, la puntuación constituye no solo el armazón de la sintaxis del texto dialogado, sino también las señas interpretativas de los parlamentos, las pausas, la entonación que indican al actor los matices que debe aplicar a su recitado y las pautas de ejecución de la métrica. Y,sin embargo, el trabajo de edición e investigación del teatro del Siglo de Oro raras veces se ha detenidoa considerar las implicaciones ecdóticas y performativas de los signos paragrafemáticos. Este volumen recoge los trabajos del XVI Taller Internacional de Estudios Textuales celebrado en la Università di Perugia en 2019, en que se abordó el tema desde múltiples perspectivas. Las indagaciones sobre los manuscritos y los impresos de la comedia española se acompañan con estudios sobre la puntuación de los textos de otras tradiciones teatrales – inglesa, francesa, italiana – de los siglos XVI al XVIII, para esbozar una línea de investigación que en España está aún en cierne
24,00

Fuga dalla Russia

Una storia ebraica

di Maxim D. Shrayer

editore: Pisa University Press

pagine: 420

Nel suo primo libro di memorie, Aspettando America, pubblicato in Italia proprio dalla Pisa University Press nel 2017, Maxim D. Shrayer aveva narrato della sua permanenza in Italia nell’anno 1987 in attesa del visto statunitense dopo essere emigrato con la famiglia dall’Unione Sovietica. Ora, in questo secondo contributo, Fuga dalla Russia, l’autore fornisce un’intensa e viva ricostruzione della sua vita precedente all’emigrazione con uno sguardo attento al destino dei cittadini di origine ebraica costretti a lasciare la Russia. Se ne ottiene un quadro variegato e genuino della società sovietica negli ultimi anni del potere comunista e, allo stesso tempo, un sincero tributo dell’autore alla sua “prima” patria, a un mondo che viene rivisitato con la precisione analitica dello storico della cultura e la sensibilità e la verve affabulatoria dello scrittore.Traduzione ri Rita FilantiPostfazione di Stefano Garzonio
26,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.