Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
0

Pisa University Press

Verso una nuova “stagione” nei rapporti tra Corte costituzionale e legislatore? - Pisa, 15 dicembre 2022

Ricordando Alessandro Pizzorusso

editore: Pisa University Press

pagine: 338

Il volume raccoglie gli atti della Giornata, svoltasi a Pisa il 15 dicembre 2022, in ricordo di Alessandro Pizzorusso a sette anni dalla sua scomparsa. Al seminario hanno preso parte illustri relatori e gli allievi del dottorato in Scienze giuridiche dell’Università di Pisa, curriculum “Teoria dei diritti fondamentali, giustizia costituzionale e comparazione giuridica”. I loro contributi intendono riflettere sulle prospettive del rapporto tra Corte costituzionale e legislatore alla luce dell’ampio e rilevante contributo che Alessandro Pizzorusso offrì sul tema nel corso di tutta la sua carriera accademica.Con i contributi di: Rachele Bizzari, Bruno Brancati, Giacomo Canale, Paolo Carnevale, Nicola D’Anza, Ottavia Di Capua, Cristina Luzzi, Elena Malfatti, Andrea Morrone, Leonardo Alberto Pesci, Pier Giuseppe Puggioni, Roberto Romboli, Stefano Rovelli, Antonio Ruggeri, Giuliano Serges, Angioletta Sperti, Nicolò Zanon
30,00

La cura delle parole, le parole come cura

La documentazione professionale come risposta ai bisogni di salute. Atti del Convegno Nazionale (Pisa, 1 e 2 luglio 2022)

editore: Pisa University Press

pagine: 172

Il Convegno pisano La cura delle parole, le parole come cura ha riunito, per la prima volta in Italia, professionisti di settori diversi con l’obiettivo di creare un’occasione di confronto sul tema delicatissimo dell’uso della parola in ambito scolastico, giuridico e socio-sanitario: il dibattito è stato vivace e articolato e a essere valutati e sondati sono stati, nello specifico, i modi attraverso i quali ci si serve della parola nel processo di cura. I relatori hanno parlato di metodologie redazionali, di problematiche legate al riferire dei pazienti, delle nuove tecniche grazie alle quali oggi è possibile intervenire sulle situazioni e per il bene delle persone che in quelle situazioni si trovano coinvolte servendosi di adeguati sistemi di narrazione.
22,00

Le Sedi del Sapere

Il patrimonio edilizio dell'Università di Pisa

editore: Pisa University Press

pagine: 272

Con la Strenna dell'Università di Pisa vengono descritti, attraverso interessanti scatti fotografici e brevi testi di accompagnamento, 40 tra palazzi, edifici e complessi immobiliari di proprietà dell’Università di Pisa che testimoniano il complesso e pregevole patrimonio edilizio che l’Ateneo gestisce per la realizzazione delle proprie funzioni istituzionali, didattiche, di ricerca e amministrative. Per comprendere la consistenza storico-architettonica e dimensionale delle proprietà immobiliari dell’Università occorre condurre una breve analisi dei numeri in gioco, iniziando da quello più semplice usato per misurare la dimensione delle università italiane: il numero di studenti iscritti annualmente. Gli atenei statali sono correntemente suddivisi in piccoli (fino a 10.000 iscritti), medi (fino a 20.000), grandi (fino a 40.000) e mega (oltre 40.000). L’Università di Pisa, con un numero di studenti vicino a 50.000, è uno dei dieci mega atenei statali italiani, insieme alle Università di Bari, Bologna, Firenze, Milano, Federico II di Napoli, Padova, Palermo, La Sapienza di Roma, di Torino, con numeri di studenti iscritti poco superiori a 40.000, per Bari e Palermo, e fino a 120.000 per La Sapienza. La comunità universitaria pisana, composta da studenti dei corsi di laurea, dottorandi, specializzandi, personale docente e personale tecnico, amministrativo e bibliotecario conta circa 55.000 persone che condividono l’uso di oltre 150 edifici distribuiti prevalentemente nel tessuto urbano della città di Pisa, in larga parte nel centro storico, e nel territorio circostante, in particolare nella Tenuta di Tombolo a poca distanza dal mare, dove sono anche molti terreni boscati e ad uso agricolo.Testi a cura del professor Francesco Leccese, Prorettore per l’edilizia dell'Università di Pisa «L’Università di Pisa ha una grande tradizione da difendere. Mi piace citare la frase di Gustav Mahler: “la tradizione è custodire il fuoco, non adorare le ceneri”. Il fuoco da custodire si manifesta anzitutto nella dimensione comunitaria e nella sua coesione, che è insita nella storia, nel concetto e nel termine stesso di università. Il primo obiettivo è rafforzare la coesione di tutte le componenti del nostro mondo: docenti, personale tecnico amministrativo e popolazione studentesca, che devono essere ascoltati e coinvolti attivamente nella gestione dell’Ateneo.  Sono convinto che ne valga la pena, anzi che sia un dovere farlo». Dal discorso del professor Riccardo Zucchi Magnifico Rettore dell’Università di Pisa in occasione dell’inaugurazione dell’A.A. 2022/2023

Saga di Án. L’ Arciere

Traduzione dall’islandese antico

di Martina Ceolin

editore: Pisa University Press

In una remota isola dei fi ordi norvegesi vive Án Björnsson, un giovane all’apparenza poco prome
Gratuito

Saga di Án. L’ Arciere

Traduzione dall’islandese antico

di Martina Ceolin

editore: Pisa University Press

pagine: 138

In una remota isola dei fi ordi norvegesi vive Án Björnsson, un giovane all’apparenza poco promettente, ma che ben presto si rivela essere forte e soprattutto astuto come nessun altro.È alla corte di re Ingjaldr Óláfsson che ha modo di dimostrarlo al meglio, ma la malvagità del re, dapprima latente e poi manifesta, lo costringe a riparare in luoghi sempre nuovi, continuando a perseguitarlo finché giustizia viene fatta.Avvincente testo lett erario del Medioevo islandese, dunque preziosa testimonianza della cultura di un’epoca, la Saga di Án l’Arciere è però anche un racconto senza tempo, che invita il lett ore a riflettere e soprattutto ad andare oltre alle apparenze, sia nel bene sia nel male.
18,00

Legislazione professionale di sicurezza alimentare e sanità animale

Il controllo ufficiale e le autorità competenti

di Saverio Linguanti, Angelo Baggiani

editore: Pisa University Press

Il volume approfondisce le problematiche di sicurezza alimentare e sanità animale&n
25,99

Studia graeco-arabica 12-2022

L’influence du Néoplatonisme sur les trois monothéismes au moyen age

Autori vari

editore: Pisa University Press

tudia graeco-arabica 12/2022 è un fascicolo tematico, edito da Daniel De Smet e Géraldine Roux, che cont
Gratuito

L’agricoltura e la popolazione in Toscana all’inizio dell’Ottocento: un’indagine sul catasto particellare

Un’indagine sul catasto particellare

di Giuliana Biagioli

editore: Pisa University Press

Partendo dai dati originali del Catasto Toscano, frutto di un imponente e minuzioso lavoro di rilevazione attuato fra il 1810
Gratuito

Studia graeco-arabica 13/2023

Autori vari

editore: Pisa University Press

Studia graeco-arabica 13/2023 contiene studi critici di argomento storico-filosofico e filologico
Gratuito

Per i novant'anni del Codice Rocco

di Paola Coco, Michele Alesci

editore: Pisa University Press

Nel 2020 il Codice Rocco ha compiuto novant’anni di vigenza
21,99

Per i novant'anni del Codice Rocco

editore: Pisa University Press

pagine: 352

Nel 2020 il Codice Rocco ha compiuto novant’anni di vigenza. Come fu per il cinquantesimo e l’ottantesimo “compleanno”, questa nuova ricorrenza è stata occasione per riflettere su un codice sopravvissuto a se stesso e assai verosimilmente destinato a tagliare il traguardo del secolo.Tramontata la stagione dei Progetti di riforma, infatti, il principio della “riserva di codice”, introdotto nel 2018 all’art. 3-bis, sembra avergli restituito almeno formalmente una centralità (e forse anche una dignità) perduta dopo anni di legislazione selvaggia e di una dilagante “fuga dal codice”.
30,00

Pisa Villanoviana

La necropoli di via Marche

di Simona Minozzi, Emanuela Paribeni

editore: Pisa University Press

La frequentazione millenaria nell’area di via Marche, fuori le mura settentrionali di Pisa, si lega alla presenza de
Gratuito

L’Analisi Multicriteria e l’Analisi Multicriteria Spaziale per la progettazione urbanistica

di Luisa Santini, Elisabetta Pozzobon

editore: Pisa University Press

Questo libro presenta in maniera divulgativa diverse applicazioni di metodi di Analisi Multicriteria su tematiche relative all
11,99

L’Analisi Multicriteria e l’Analisi Multicriteria Spaziale per la progettazione urbanistica

editore: Pisa University Press

pagine: 192

Questo libro presenta in maniera divulgativa diverse applicazioni di metodi di Analisi Multicriteria su tematiche relative alla riqualificazione e rigenerazione urbana e territoriale e al riuso e rigenerazione di edifici in disuso. Non costituisce solo il tentativo di ricapitolare le motivazioni alla base della scelta del ricercatore in Pianificazione e Progettazione Urbanistica di rivolgersi agli strumenti di aiuto alla decisione, ma anche un valido aiuto per chi si avvicina per la prima volta a questi argomenti, soprattutto per quegli attori fortemente coinvolti nei processi di trasformazione e di governo del territorio che ancora troppo spesso si trovano privi di know-how e strumenti tecnici che consentano loro di innovare i propri apparati decisionali ed attivare innovativi processi partecipativi.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.